Contenuto riservato agli abbonati

Mantova è a un binario morto. E ora arrivano gli autobus

In viaggio coi pendolari fino a Piadena prima della rivoluzione. Stazione fantasma, ritardi, soppressioni e coincidenze perse

MANTOVA. Un giorno di ordinari ritardi. Un giorno qualsiasi per i pendolari che ogni mattina e sera lasciano la nostra provincia per raggiungere le città vicine. Milano, Cremona, Parma, Brescia. Destinazioni finali, università e luoghi di lavoro. Sono loro, i viaggiatori, la fonte diretta dalla quale attingere informazioni sullo stato del servizio di trasporto su rotaie. Quotidianamente toccano con mano disagi e disservizi.

Video del giorno

Calenda a Mantova per il nuovo libro: «Occidente in crisi, si torni a pensare ai diritti»

La guida allo shopping del Gruppo Gedi