In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Polemiche in consiglio sull’azienda per il welfare

M.P.
1 minuto di lettura

SUZZARA. Duro il confronto nell’ultimo consiglio comunale sulla nascita dell’azienda speciale “Socialis”, operazione sostenuta dall’assessore al welfare Alessandro Guastalli. Critica la minoranza di “Suzzara Civica”, che al momento della votazione ha abbandonato l’aula: «Questa riorganizzazione lascerà il segno sui servizi sociali di ben sei Comuni. Chiediamo un rinvio dell’atto ad un successivo consiglio comunale: troppe le criticità per poterlo approvare» ha detto Maria Luisa Melli, capogruppo di “Suzzara Civica, che insiste sulla non giustificata sostenibilità dei costi dell’azienda speciale. «È mancato – ha aggiunto Melli – il confronto comparato di quanto costa ora gestire nel nostro Comune i servizi sociali e quanto verrebbe a costare nella nuova azienda “Socialis” gravata ulteriormente di un costo per il direttore generale, di un consiglio di amministrazione, di un collegio di revisori. Valutazioni che hanno favorito scelte diverse in molti altri comuni». Suzzara Civica ha contestato all’assessore di non aver voluto valutare l’opportunità di provare a gestire il servizio creando, ad esempio, un Consorzio di Comuni. E ancora: «Nulla si dice sulla destinazione dell’attuale dirigente area servizi sociali del Comune. Si conosce in consiglio che il ruolo scomparirà: plausibile immaginarla come direttore generale della nuova “Socialis” ».

La richiesta del rinvio del punto è stata bocciata a maggioranza: «Non è stata accolta la nostra richiesta di rinvio pertanto non vogliamo essere complici di questa scelta politicamente inaccettabile e dal punto di vista amministrativo per nulla convincente: lasciamo l’aula» hanno detto i tre consiglieri Maria Luisa Melli, Giuseppe Monteforte e Michele Zanardi al momento del voto. —

M.P.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

I commenti dei lettori