Prima bocciatura per i bus al posto dei treni: «Fermate lontane e nessun controllo»

Per i passeggeri il viaggio diventa un’incognita. E la Filt Cgil lamenta una perdita secca di quattro posti di lavoro