Contenuto riservato agli abbonati

«Politecnico escluso dalle scelte: l'ateneo low cost non è per noi»

Il prorettore Bucci contesta l’autonomia finanziaria prospettata dalla Fum: «Un modello vecchio, per far crescere l’università occorre investire sulla ricerca»

MANTOVA. L’aria è di festa e oggi è pure giornata di lauree, con la cerimonia nel salone mantegnesco, ma l’umore del prorettore del Politecnico, Federico Bucci, non è al massimo. Ricorre alla diplomazia, sfuma i toni, però sotto la prudenza si legge il fastidio. A Bucci non sono andate giù le parole del presidente della Fum, Paolo Gianolio che, interpellato sul futuro dell’università a Mantova dopo il nuovo accordo con l’ateneo di Brescia, ha posto come obiettivo l’autonomia finanziaria.

Cosa c’è di male? «Innanzitutto è strano che io venga a conoscenza del programmi dell’Università di Mantova indirettamente – osserva il prorettore – non essendo in alcun organismo della Fum, né scientifico né amministrativo, non ho la possibilità di esprimere la...

Video del giorno

Dalla Germania a Mantova pedalando sulle velomobili

La guida allo shopping del Gruppo Gedi