Il Pirellone delude le attese: niente soldi per le Officine

Servono quattro milioni per trasformare gli impianti e garantire loro un futuro. L’Emilia-Romagna ha già promesso la metà. Ma la Lombardia non fa altrettanto

SERMIDE E FELONICA. La Regione Lombardia non investirà sulle Officine Grandi Riparazioni di Sermide. Il potenziamento della struttura ora è più lontano. Al momento nel bilancio di previsione non sono stati stanziati fondi per la struttura del Basso mantovano. . Dopo l’impegno da parte della Regione Emilia Romagna ad investire due milioni sull’impianto, si era sperato in un segnale positivo da parte del Pirellone. Segnale che non è arrivato: nel bilancio di previsione approvato dalla Lombardia, appunto, non è stato inserito alcun finanziamento alle Officine grandi riparazioni. A questo punto la questione, che va avanti da anni e che le amministrazioni che si sono succedute a Sermide hanno sempre messo in cima alla lista delle priorità, si complica.

Per adeguare l’impianto sermidese e garantirne il futuro sono necessari circa quattro milioni. L’Emilia-Romagna è pronta a investire, ma si attendeva quanto meno un impegno simbolico da Milano. «Erano già stati investiti soldi pubblici per costituire una rete di strade in ragione di un ampliamento delle Officine, se l’operazione non andrà in porto quei soldi saranno stati spesi invano» aveva già dichiarato l’ex sindaco di Sermide e Felonica, Mirco Bortesi.


L’impianto è considerato un’opera strategica da cui passa lo sviluppo di Sermide e del territorio vicino. L’adeguamento della struttura permetterebbe di garantire i posti di lavoro e creare nuove opportunità di occupazione. Lo sviluppo del paese, da sempre legato alla ferrovia Suzzara-Ferrara, sembra passare dalle Officine. Tper ha già chiuso alcuni accordi per puntare su questo impianto, ma è necessario realizzare degli interventi sugli stabilimenti.

Prima di Natale i vertici di Tper avevano detto chiaramente che l’Emilia-Romagna crede nel progetto di potenziamento dell’impianto e ha pronti due milioni, circa la metà dell’importo necessario per adeguare l’Officina. Secondo il progetto di sviluppo di cui si discute da anni l’Officina Grandi riparazioni dovrebbe diventare un punto di riferimento interregionale, anche per la sua posizione geografica.

La necessità è di adeguare gli impianti perché possano ospitare anche convogli lunghi 100 metri; attualmente può ospitare quelli lunghi fino a 50 metri.

«Siamo molto delusi, è un’altra occasione mancata per un territorio che si sta impoverendo - dicono dal circolo Pd Est mantovano - le officine di Sermide non sono entrate nel bilancio della Lombardia. Si tratta dell’ennesima delusione per il Destra Secchia, evidentemente questo territorio non viene considerato parte della regione. Ci aspettavamo un impegno più significativo da parte della Lega, visti i risultati elettorali che ha conseguito in questo territorio. Ma non è stato così. Non è la prima volta che la Regione manca di investire in questa area, manca anche il dialogo tra le Regioni, siamo un territorio di confine, ma questa deve diventare la nostra forza, non una debolezza. Non è la prima volta che mancano gli investimenti, basti pensare che per rendere navigabile il Po tutto l’anno, sarebbero necessari 400mila euro, quindi una cifra non enorme da trovare. Ma finora anche su questo fronte non ci sono stati risultati». —

Giorgio Pinotti

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi