In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Aumentato il traffico sulla provinciale della Cisa

In dicembre 27mila le auto in transito ogni giorno, mentre in novembre erano 25mila.

2 minuti di lettura

BORGO VIRGILIO. Sempre più automobili e sempre più mezzi pesanti. Sulla provinciale della Cisa, disastrata e in attesa di manutenzione straordinaria, la situazione si fa di mese in mese più calda, nonostante le multe e nonostante il limite dei 30 chilometri all’ora, costato al sindaco Alessandro Beduschi un filotto di insulti e auguri nefasti sui social network. A novembre, il transito medio giornaliero registrato dal Comune di Borgo Virgilio era di 25mila mezzi. Il dato medio attuale è di circa 27mila auto al giorno. Una mole di traffico al quale si somma anche quello della Romana, con più di 30mila macchine da San Benedetto a Borgo Virgilio e oltre 20mila in senso opposto. . «I transiti sono aumentati - commenta Beduschi - e c’è la percezione che siano aumentati soprattutto quelli degli autoarticolati, anche di sera, alla faccia del divieto di passaggio dalle 22 alle 6 che è in vigore dal 2001». A poco sono serviti i pattugliamenti notturni della polizia locale, che è stata affiancata, nei controlli, alle altre forze dell’ordine in virtù di un accordo firmato in prefettura. «In tre mesi e mezzo, ai mezzi pesanti abbiamo fatto una trentina di multe. Ma per questi controlli i nostri vigili, che sono in totale otto, hanno fatto i salti mortali, con costi aggiuntivi per l’ente». Poche, invece, le sanzioni con il telelaser: «Sono poche unità, e soprattutto non abbiamo fatto multe a chi andava a 30 all’ora, che è un limite anacronistico, tra l’altro imposto non da noi ma dalla Provincia».

Per cercare di fermare il flusso di mezzi pesanti che sfiorano le abitazioni, creano fessurazioni nei muri e disturbano il sonno, il Comune ha deciso di insistere con la richiesta al ministero di poter installare le telecamere per la lettura delle targhe. «Abbiamo inviato una nuova istanza per poter installare questo strumento, l’unico vero deterrente. Speriamo di poter essere supportati da un parere tecnico positivo della Provincia».

Ente che, a breve, dovrebbe indire la gara per la manutenzione straordinaria della strada. «Lavori - spiega l’assessore ai lavori pubblici Francesco Aporti - che risolverebbero una parte del problema, soprattutto se sotto l’asfalto sarà inserito il cuscinetto che attutisce il rumore. In veste di consigliere provinciale, verificherò lo stato degli appalti e la tempistica degli interventi, che in ogni caso potranno cominciare soltanto con l’estate».

Se multe, controlli e asfaltature possono tamponare l’emergenza, la soluzione per Borgo Virgilio potrà arrivare da una nuova rete infrastrutturale: «Ne parleremo a metà gennaio negli stati generali convocati dalla Regione. Sul tavolo ci sono 400mila euro, per l’autostrada o per le opere accessorie. Sono fondi che dobbiamo spartirci con Cremona, ma con i quali potremmo risolvere il problema della Romana ed eventualmente aggiungere il bypass che proponiamo da tempo».

I commenti dei lettori