Contenuto riservato agli abbonati

A Mantova permesso a tempo per i tavolini, le Belle Arti: regole da rivedere

Scaduto un centinaio di autorizzazioni, primo incontro tra sindaco Palazzi e sovrintendente Barucca.  In attesa del via libera, rinnovi provvisori dello Sportello Unico per evitare danni a bar e ristoranti

MANTOVA. Piazze che diventano ristoranti a cielo aperto, tavolini dalle fogge più svariate che si rincorrono sotto i portici, arredi più o meno creativi e spesso disposti un po’ a caso. Per i plateatici di città sembra sia arrivato il momento della revisione. L’occasione è contingente: con l’inizio del nuovo anno è scaduto un centinaio di autorizzazioni di occupazione di suolo pubblico.

Video del giorno

Checco Zalone in festa sulla barca dell’oligarca

La guida allo shopping del Gruppo Gedi