Mantova, aumentano le multe ma diminuisce l’incasso: e l’autovelox resta fermo

Nel 2018 le contravvenzioni sono state 57.012 (+1,92%) mentre nelle casse di via Roma sono entrati 2,9 milioni contro i 3,2 dell’anno prima

MANTOVA. Più multe ma meno incassi. Dicembre 2018 ribalta il trend che prima dell’ultimo mese dell’anno aveva visto un aumento degli introiti a fronte di un decremento delle contravvenzioni elevate dal Comune, da quelle per l’infrazione del codice della strada (la stragrande maggioranza) a quelle per la violazione delle norme ambientali, edilizie e del commercio. Le multe, l’anno scorso, sono state 57.012 contro le 55.937 dell’anno precedente.

Nell’ultima determina della Polizia locale che aveva accertato gli incassi di fine anno veniva indicato un ammontare di 5 milioni 18mila euro (+4,5% rispetto al 2017) provenienti da 42.792 verbali notificati. L’accertato è stato confermato dai dati forniti il 23 gennaio dalla Polizia locale, nella tradizionale conferenza stampa nella ricorrenza di San Sebastiano, patrono del corpo. È stato, invece, corretto all’insù il numero dei verbali notificati, aumentati dell’1,92%.

“Colpa” delle contravvenzioni elevate nell’ultimo mese e dei ruoli, le multe non pagate negli anni e venute a maturazione a fine anno, che hanno fatto impennare i verbali di ben 14.219 unità rispetto all’ultimo dato parziale. Tra le 57mila multe, da segnalare la diminuzione delle infrazioni rilevate dalle telecamere poste ai varchi delle Ztl, scese da 34.085 del 2017 a 29.975 dell’anno scorso (-12,06%).

Degli oltre 5 milioni di euro notificati attraverso i verbali (più altri 401.964 euro di entrate coattive), ne sono arrivati nelle casse comunali molti di meno, solo 2.556.124 euro versati da coloro che hanno pagato subito la contravvenzione, anche usufruendo dello sconto del 30%, e altri 401.964 euro pagati dopo l’emissione di cartelle esattoriali o decreti ingiuntivi.

Dai dati si evince che la metà dei multati generalmente non paga nei termini, ma non emerge quanti paghino subito beneficiando dello sconto. Questo rende difficile, secondo la Polizia locale, stabilire quale sia l’effettivo insoluto. Un altro dato: l’incasso finale del 2018, tra entrate volontarie e ruoli, è stato di 2.958.089 euro, l’8,34% in meno dell’anno prima quando la somma si attestò sui 3.227.243 euro. Per la cronaca, l’anno scorso l’importo delle sanzioni è rimasto invariato, mentre quest’anno risentirà dell’aumento Istat e salirà del 2%.

Nei dati forniti dalla Polizia locale non figurano le contravvenzioni per infrazioni commesse dai ciclisti (soprattutto il mancato rispetto del senso di marcia lungo le ciclabili) e nemmeno quelle rilevate dall’autovelox. «Compariranno tutte nel prossimo studio sull’incidentalità che stiamo completando» annuncia il comandante della Polizia locale Perantoni; sull’autovelox ha poi spiegato che nel 2018 vi è stato un uso limitato in quanto, in base alle mutate disposizioni ministeriali, è stato a lungo fermo nei laboratori specializzati per la nuova taratura.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi