In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Il quartiere salva l’ambulatorio medico: accordo col Comune

Il comitato e il dottore si divideranno canone e bollette. Buvoli: «Il gruppo di residenti offrirà servizi infermieristici»

Nicola Corradini
1 minuto di lettura

MANTOVA. Castelletto Borgo non perderà l’ambulatorio del medico di base. Un accordo tra Comune (proprietario dell’edificio in cui si trova l’ambulatorio, l’ex scuola elementare della frazione, lo stesso medico di base, Giuseppe Romeo e il comitato dei residenti ha permesso di trovare la soluzione al problema che rischiava di togliere al quartiere più lontano dal centro storico un servizio fondamentale.

Un problema di natura economica. Per il medico i costi di gestione dell’ambulatorio - tra affitto e, soprattutto, utenze quali luce, gas e acqua - erano significativi e giudicati troppo onerosi. Gli abitanti del quartiere erano molto preoccupati: l’eventuale perdita dell’ambulatorio li avrebbe costretti a rivolgersi a quello di Formigosa. Un problema serio soprattutto per i pazienti più anziani o con problemi di deambulazione. Avevano chiesto l’intervento del Comune. E finalmente è arrivata la soluzione. In sostanza la giunta ha accolto la richiesta del comitato di diventare coinquilino dell’ambulatorio, cosa che comporterà una suddivisione delle spese con il medico. Non solo. Il comitato utilizzerà quello spazio per fornire ulteriori servizi agli abitanti. Ad esempio un servizio infermieristico per piccole prestazioni come le iniezioni e simili.

«Il canone di locazione che ammonta a 380 euro annui, verrà diviso in parti uguali tra il comitato e il dottor Romeo - spiega il Comune - che si faranno carico congiuntamente delle spese di manutenzione ordinaria, mentre le utenze, che verranno intestate al comitato, vedranno il dottor Romeo contribuire con un rimborso annuo forfettario di 300 euro. Il contratto scadrà il 31 dicembre 2021».

«Un bel lavoro di squadra ha scongiurato un rischio concreto per Castelletto - commenta il vice sindaco Giovanni Buvoli - ringrazio Alessandro Raimondi e tutti i componenti del Comitato, la consigliera comunale Laura Bonaffini e il dottor Romeo. Oltre al mantenimento del medico saranno sviluppati nuovi servizi che il Comune è pronto a sostenere». —
 

I commenti dei lettori