In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Sala civica all’estrema destra, Anpi e Pd attaccano il Comune

Critiche a Paganella dopo l’evento per presentare il libro "Compagno mitra. Saggio storico sulle atrocità partigiane"

Luca Cremonesi
1 minuto di lettura

CASTIGLIONE DELLE STIVIERE. Scoppia la polemica a Castiglione fra minoranze, Anpi e l'amministrazione, in particolare con l'assessore alla cultura Manlio Paganella, per la presentazione e libro "Compagno mitra - Saggio storico sulle atrocità partigiane" di Gianfranco Stella. L'incontro si è svolto in sala civica a palazzo Menghini. Poco si sa in paese dell'evento che vede relatore l'autore e il saluto iniziale dell'assessore Paganella. L'incontro è promosso da alcune realtà di estrema destra come Progetto Nazionale e R.n.c.r. «Un libro che racconta una storia dopo che la Storia con la maiuscola - spiega Paganella - ha pronunciato il suo verdetto. Nel mio saluto ho citato il discorso di Violante alla Camera nella speranza di andare oltre le continue prese di posizione per la ricerca di una conciliano nazionale».

Non sono però dello stesso parere l'Anpi di Castiglione (di ritorno dall'incontro a Solferino con il reduce Vanzini) e il Pd castiglionese. «Un’iniziativa di gruppi inneggianti alla Repubblica sociale, nella quale veniva presentato un libro revisionista, autopubblicato da un sedicente storico, si è provocatoriamente tenuta mentre nel mondo si commemorava la Giornata della Memoria», scrive l'Anpi, che ricorda come l'amministrazione, con Paganella, «abbia dato corda a queste teorie. Chi si schiera contro l’Italia repubblicana nata dalla Resistenza e garantita dalla Costituzione non può essere rappresentante dei cittadini».

Per il Pd, invece, «nessun evento organizzato, nessun coordinamento tra le iniziative patrocinate ed organizzate dal liceo Gonzaga e dall’Associazione culturale Francesco Gonzaga. Nessun amministratore presente alla serata all’auditorium del Gonzaga, nonostante l’iniziativa fosse stata patrocinata. L'assessore Paganella ha trovato tempo per partecipare alla disgustosa iniziativa organizzata al Menghini da gruppi di estrema destra. Concessione della sala civica a questi gruppi per propinare ai pochi avventori giunti da fuori Castiglione del sano revisionismo storico e nessun evento». 

I commenti dei lettori