Scontro sull’orario scolastico: oggi la prova delle iscrizioni

Il braccio di ferro tra famiglie e docenti sulla settimana corta arriva al momento clou. Il Comune preoccupato per il possibile calo d’utenza

RONCOFERRARO. Scade oggi il termine per le iscrizioni dei bambini alla futura prima elementare di Governolo, ma i genitori rimangono fermi sulle loro posizioni. Grande preoccupazione è stata espressa dal Comune.. Un gruppo di genitori aveva chiesto ai vertici della scuola elementare di Governolo di attivare per il prossimo anno il tempo prolungato con il sabato a casa. Ma il consiglio d’istituto ha bocciato, la scorsa settimana, l’istanza dei genitori dei futuri alunni di prima. Il gruppo di genitori è rimasto molto contrariato e ha deciso di non molare.

Fino a ieri le iscrizioni alla futura prima erano cinque, il rischio è che la classe non parta e questo potrebbe portare, nel giro di qualche anno alla chiusura della scuola. Ipotesi che inquieta non poco il Comune di Roncoferraro: «Auspico una soluzione della questione in tempi celeri – dice il sindaco Federico Baruffaldi – noi come amministrazione non abbiamo il potere di intervenire sulla scuola, ma siamo molto preoccupati. Speriamo che si possa arrivare a un accordo, rispettiamo le esigenze dei genitori, in quanto rappresentanti della comunità. Certamente la giornata di domani (oggi per chi legge, ndr) è molto delicata, perché scade il termine per le iscrizioni. È vero che nulla è perduto, se si dovesse arrivare a una soluzione del contenzioso sicuramente non sarà un problema derogare ai termini. L’obiettivo è che la scuola non venga messa a rischio, perché la chiusura sarebbe un danno per tutta la comunità».


L’alternativa per i genitori sarebbe quella di iscrivere i piccoli a Sustinente, dove c’è la formula oraria da loro richiesta.

Il gruppo resta fermo sulle proprie posizioni e continua in questo modo il pressing sulla scuola, che fino ad ora non ha concesso alcuna apertura. I genitori hanno chiesto questa soluzione per poter trascorrere più tempo con i propri figli, nei momenti in cui non devono lavorare, ovvero il sabato mattina. 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi