Rilancio della Vallazza con la darsena mobile a Pietole

Il progetto per un rialzo e per la pesca per i più giovani

BORGO VIRGILIO. Interventi ed iniziative per valorizzare e riqualificare la riserva naturale della Vallazza in modo da renderla più fruibile per i visitatori ed incrementare la presenza di turisti. Con questo scopo, il Comune di Borgo Virgilio, il Parco del Mincio e l'associazione Amici della Vallazza hanno siglato un protocollo d'intesa. L'area, parte del sistema lacustre mantovano, si estende per centinaia di ettari a poca distanza da Pietole Vecchia. Un paradiso naturalistico che può contare su di un importante bagaglio storico e artistico, visto che l'area è stata abitata fin dall'antichità.

Negli anni scorsi sono stati realizzati interventi importanti, a partire da un porticciolo e da un pontile per l'attracco turistico. L'ultimo intervento in ordine di tempo risale al maggio dello scorso anno, con il ripristino delle sponde per un tratto di oltre 150 metri, l'adeguamento dell'area verde e la sistemazione del parcheggio per un totale di 45mila euro. Ora, un nuovo passo in avanti da parte dei diversi attori interessati alla cura e al rilancio dell'area. L'idea, oltre a quella di intensificare i flussi turistici tradizionali, è quella di creare opportunità aggregative e, in particolare per le nuove generazioni, dare vita ad iniziative che possano portare ad un maggior rispetto dell'ambiente e della natura.

Per questo motivo, un punto importante dell'accordo riguarda l'individuazione di aree sulle sponde fluviali dalle quali le nuove generazioni (minori di 15 anni) e gli anziani residenti (maggiori di 65 anni) possano esercitare, anche a fini didattici, la pesca con obbligo di rilascio. Questo per promuovere la conoscenza e il rispetto dei luoghi e mantenerne viva e costante la frequentazione. Secondo passo sarà la leggera elevazione di quota dell'area per sottrarla ad esondazioni ed allagamenti che ne limitano la fruizione per lunghi periodi dell'anno. Il terzo progetto, più ambizioso, punterebbe alla realizzazione di una seconda darsena in una piccola insenatura creatasi naturalmente a nord di quella già presente e riqualificata lo scorso anno.

Sarebbe poi riservate alle sole barche prive di motore. In questo caso dovranno essere acquisiti tutti i pareri di competenza degli enti preposti. Al protocollo d'intesa potranno aderire in futuro altri soggetti, pubblici e privati.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Italian Tech Week 2022, a Torino le idee che migliorano il futuro

La guida allo shopping del Gruppo Gedi