Il Re arriva in anticipo: gnocchi sotto i portici grazie ai commercianti

L'idea di rimettere in piedi il venerdì arriva dall'associazione: incoronazione il 24. E il primo marzo i piatti al sugo di carne

CASTEL GOFFREDO. Il carnevale con gli gnocchi rivive a Castel Goffredo grazie alla sinergia fra l'Associazione commerciati e l'Associazione venerdì gnoccolaro. Un'antica tradizione che un tempo veniva celebrata il venerdì prima dell'ultimo fine settimana di carnevale. La tradizione voleva, raccontano molti castellani doc, «che il venerdì fosse grande festa. Le fabbriche chiudevano e all'uscita delle scuole ci si ritrovava tutti in piazza per mangiare gli gnocchi.  Un tradizione legata anche alla maschera più nota e conosciuta in tutto l'Alto Mantovano, e cioè il re Gnocco. La tradizione fa risalire al 1872 la sua maschera caratteristica, e cioè il Re Gnocco, monarca dai pieni poteri che ogni quattro anni, nel giorno della sua incoronazione - il venerdì gnoccolaro appunto - pronuncia il discorso della corona e ai suoi sudditi affamati vengono distribuiti gratuitamente gli gnocchi.

Quest'anno la festa viene anticipata al 24 febbraio quando, in piazza, verrà incoronato il nuovo Re Gnocco (doveva essere fatta lo scorso anno l'incoronazione, ma per vari motivi è slittata a quest'anno). Una festa, quella del 24, dove ci sarà l'incoronazione e verranno distribuiti gli gnocchi, ma che non è la festa tradizionale che i castellani ricordano.


L'idea di rimettere in piedi il venerdì degli gnocchi è nata in seno all'associazione Commerciati che ha proposto una sinergia all'associazione Venerdì gnoccolaro per ripristinare l'antica abitudine della distribuzione dei gnocchi al venerdì.

«Ecco che il prossimo venerdì 1 marzo dalle 12 alle 14 - spiega Sabrina Pezzini, presidente dei Commercianti - ci ritroveremo sotto la loggia del Comune per distribuire gli gnocchi con il tradizionale sugo a base di carne di maiale. Il desiderio nostro ha incontrato la collaborazione dell'associazione Venerdì gnoccolaro, e grazie ai fondi che ci sono rimasti a seguito del successo delle recenti manifestazioni, abbiamo di che comprare gli gnocchi e distribuirli gratuitamente a chi vorrà venire a ricordare questo momento importante del carnevale castellano».
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi