In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Mantova, Fratelli d’Italia è furente: De Marchi sotto accusa

Il segretario: «Vertice con Santanché per decidere i provvedimenti». Intanto il consigliere che voleva regalare le frittelle ai soli bimbi italiani denuncia: «Minacce sui social alla mia compagna e ai figli». Gli operatori del luna park regalano dolci a bimbi di diverse nazionalità

Nicola Corradini
2 minuti di lettura

MANTOVA. «Il direttivo provinciale si incontrerà nelle prossime ore con la coordinatrice regionale Daniela Santanché per discutere della vicenda delle frittelle. Il comportamento di Luca de Marchi verrà valutato in quella sede come pure gli eventuali provvedimenti». Dopo la tempesta che si è abbattuta sull’iniziativa annunciata e poi annullata da de Marchi - la distribuzione gratuita di frittelle del luna park ai soli bambini italiani - per Fratelli d’Italia, il suo partito, è arrivato il momento d decidere il da farsi. Anche perché sono in vista le elezioni amministrative importanti in primavera e già ci sono i primi movimenti per la scelta del candidato sindaco del centrodestra nel 2020.

[[(gele.Finegil.StandardArticle2014v1) Gli operatori del luna park: «Alle giostre tutti i bimbi sono uguali»]]

L’uscita di de Marchi e le polemiche che ne sono seguite su tutti i media nazionali, rischia di costare cara, sotto il profilo elettorale, per il partito.

Tutti i principali esponenti di Fratelli d’Italia, a partire dalla presidente nazionale, Giorgia Meloni, non solo hanno condannato l’iniziativa, ma non hanno risparmiato pesanti critiche sul consigliere comunale mantovano.

Il coordinatore provinciale, Alessandro Beduschi, mantiene toni ufficiali, anche se non è difficile cogliere una certa irritazione. «Ci incontreremo con la coordinatrice regionale e i vertici locali del partito nelle prossime ore - riferisce - discuteremo di quanto avvenuto e soprattutto di quanto non dovrà avvenire mai più. Ci sono gerarchie e regole nel partito che, come tutti gli uomini e le donne di destra siamo tenuti a rispettare. Luca de Marchi deve comprendere che ad ogni azione corrisponde una reazione».

Mantova, la commissione del luna park: frittelle per tutti i bambini



De Marchi rischia l’espulsione? Il fatto che abbia annullato l’iniziativa depone a suo favore, ma è certo che i provvedimenti non mancheranno. Di certo gli verrà imposto di non prendere iniziative personali senza aver ricevuto il preventivo via libera del partito. La sua posizione resta comunque in bilico, anche se difficilmente il partito prenderà provvedimenti pesanti in clima elettorale. Meglio cercare, almeno per ora, di far calare un velo di silenzio.

Intanto il consigliere comunale più discusso d’Italia, in questi giorni, si difende e passa al contrattacco. «Non voglio passare per ciò che non sono - dice de Marchi - l’anno scorso ho portato 500 dollari ad un ospedale missionario a Damasco che si occupa dei bimbi siriani. Dove erano le anime belle della sinistra che oggi mi attaccano allora?».

De marchi riferisce che «oltre ad offese ricevute su Facebook, è successo un fatto più grave. La mia compagna ha ricevuto minacce sempre sui social network che riguardavano anche i figli. Provvederà a denunciare tutto».

Il consigliere è stato ospite della nota trasmissione di Radio 24, La Zanzara . «Faccio questa iniziativa da anni - ha detto - e nessuno è andato via senza la frittella, anche in bambini del campo nomadi. A mie spese. Quest'anno il messaggio è forte: prima gli italiani perché a Mantova il 75% degli aiuti dei servizi sociali vengono dati al 13% degli extracomunitari. Ma annullo tutto: davanti al mio segretario nazionale e a quello provinciale Beduschi mi metto sull'attenti, Bisogna rispettare le gerarchie di partito. Mi prendo la manganellata sulla testa e via». De Marchi nega però di aver intenzione di distribuire per provocazione frittelle ai profughi, come è sembrato di capire alla radio. «Sono stato frainteso - dice - mi riferivo a quanto ho già fatto in passato».

Intanto al Luna park, iniziativa simbolica degli operatori: a un gruppo di bambini di diverse nazionalità sono state regalate delle frittelle.

 

I commenti dei lettori