Dagli ex Dc agli ex Ulivo: in tantissimi per l’addio all’ex assessore Carra

Chiesa gremita per le esequie dell'esponente politico. Tra i banchi amministratori, sindacalisti, rappresentanti del mondo politico

SUZZARA (Sailetto). Chiesa gremita, il 23 febbraio, per l’addio ad Aurelio Carra, 73 anni, per anni consigliere comunale e poi assessore nella giunta di Luigi Salardi, esponente di spicco dell’ex Dc, poi del Ppi e della Margherita oltre che dell’Ulivo.

Alle esequie amministratori, sindacalisti, esponenti politici di ieri e di oggi. La messa è stata concelebrata da monsignor Egidio Faglioni, parroco emerito dell’Immacolata, e da don Giorgio Bugada, parroco di Riva. Carra era cognato di Antonino Zaniboni, altro grande nome della Dc mantovana, scomparso nel 2014.

Tante le testimonianze di cordoglio e affetto di amici, parenti e conoscenti. Dopo la messa la bara, coperta di rose bianche, è stata accompagnata al cimitero di Sailetto per la tumulazione. Carra lascia la moglie Cinzia Zaniboni, i figli Piergiorgio e Francesca, il nipote Gianmarco con la mamma Cinzia, il nipote Alberto con Pina, Enrico e Sara, la nipote Valentina, la cognata Patrizia le nipoti Sara, Chiara, Selene con le rispettive famiglie.

Video del giorno

La top model Gisele Bündchen salva una tartaruga marina intrappolata in una rete e la libera in mare

La guida allo shopping del Gruppo Gedi