In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
PROVA

Mantova, ancora a pezzi le vie di Belfiore

Il Comune: «Lavori in giugno». Condizioni disastrose e pericolose per le strade private De Micheli e Romagnoli. L’assessore ai lavori pubblici Martinelli: «Intervento da 400mila euro per riqualificare via Pellico»

Nicola Corradini
2 minuti di lettura

MANTOVA. Strade dissestate, ai limiti della percorribilità. Si trovano a Belfiore, nella parte di quartiere che si affaccia sul lago Superiore. Via De Micheli, via Romagnoli. Nomi che diranno poco ai mantovani, visto che si tratta di piccole strade che collegano le due vie principali del quartiere: Pascoli e Pellico. Piccola strade in salita dalla pavimentazione che persino un pedone percorre a proprio rischio e pericolo. Impossibile farle in bici e sconsigliabile farle in motorino. Chi le imbocca in auto lo fa rischiando di spaccare le sospensioni.

Non sono un problema di oggi. Questo piccolo rione, che potrebbe essere il più verde e suggestivo della città se non fosse per recenti interventi edili di dimensioni importanti che hanno in parte alterato la sua caratteristica di “quartiere giardino”, vive da sempre il problema strade per un motivo semplice e complesso allo stesso tempo: si tratta di vie private, dove non furono completate le opere di urbanizzazione. E sulle strade private il Comune non può intervenire: sarebbe distrazione di soldi pubblici.

L’unica strada che è diventata di proprietà comunale, poco più di un anno fa, è via Pellico. Lunga e sterrata, si tratta della strada che scorre parallelamente a via Cremona e percorre l’intero quartiere, dal monumento ai Martiri di Belfiore fino ad altezza del grosso complesso abitativo costruito alcuni anni fa e rimasto quasi deserto (anche per il fallimento dell’impresa immobiliare proprietaria).

«È stata ceduta al Comune a titolo gratuito dai proprietari - spiega l’assessore ai lavori pubblici, Nicola Martinelli - perciò potremo risolvere una volta per tutte un problema che dura da decenni». In effetti, nel novembre del 2017, lo stesso assessore annunciò che sarebbe stato fatto un progetto per la riqualificazione della strada. Ma a distanza di oltre un anno, interventi non se ne sono ancora visti.

«Il progetto esecutivo e definitivo verrà approvato dalla giunta agli inizi del mese prossimo - spiega Martinelli - si tratta di interventi per oltre 400mila euro. Tenga presente che l’ultima autorizzazione l’abbiamo ottenuta un paio di settimane fa. Di fatto è un progetto per riqualificare l’intera strada, che verrà finalmente asfaltata, dotata di marciapiedi, di un sistema di scarico delle acque e di un sistema di illuminazione pubblica». La gara per l’appalto verrà lanciata subito dopo.

«La nostra previsione è che il cantiere possa aprire in giugno - riferisce Martinelli - e in ottobre il lavoro sarà completato. Contestualmente, visto che verranno inglobate nell'area di cantiere e ulteriormente danneggiate dal passaggio dei mezzi, sistemeremo le due perpendicolari, De Micheli e Romagnoli. Non possiamo fare la riqualificazione perché si tratta di strade private, ma quantomeno, sistemando i danni provocati dai mezzi pesanti del cantiere di via Pellico, verranno asfaltate». È privata anche via Pascoli, che si trova in condizioni non ottimali ma comunque accettabili. «Cercheremo di risolvere la questione» dice Martinelli.
 

I commenti dei lettori