Contenuto riservato agli abbonati

Sentinelle speciali lungo il fiume Chiese: arrivano i Beehotel

Le casette per le api sulle rive sotto accusa per le polmoniti. Ospiteranno gli insetti impollinatori, innocui e solitari  

ASOLA. Sentinelle speciali lungo il fiume messo sotto accusa per l’emergenza polmoniti. Sulla passeggiata del Chiese, il corso d’acqua individuato tra le fonti dell’epidemia dello scorso anno, arriveranno i “Beehotel”, gli alberghi per gli insetti impollinatori che l’Associazione mantovana apicoltori sta promuovendo in tutta la provincia.

Quattro le casette che saranno installate tra una decina di giorni e inaugurate ufficialmente a fine mese. Due gli obiettivi del progetto, che al Comune di Asola costa circa 500 euro: dare a questi insetti un luogo in cui possono nidificare e sensibilizzare le persone sull’importanza dei loro insetti, utili all’agricoltura e all’ambiente. «La nostra associazione - spiega Francesco Cecere dell’associazione apicoltori - nata per condividere passione e conoscenza nel mondo delle api, negli ultimi anni ha allargato lo sguardo agli insetti impollinatori. Numerose ricerche e la nostra esperienza sul campo hanno evidenziato un drammatico calo di molte specie di insetti e in particolare degli impollinatori, meno conosciuti delle loro “parenti” produttrici di miele ma altrettanto importanti per la nostra vita e per la produzione agricola».

Le casette per gli insetti potranno accogliere ospiti diversi, le cui caratteristiche saranno raccontate attraverso pannelli informativi. Si tratta di piccolissime creature innocue, che non pungono, e che non vivono in sciami: api solitarie come le osmie oppure splendide farfalle, facilmente avvicinabili anche dai bambini. La loro sparizione ha più cause: «Non sono da sottovalutare i problemi ambientali - prosegue Cecere - perché gli apiari sono inseriti in un sistema basato sull’agricoltura intensiva e sull’uso spesso non sorvegliato dei prodotti fitosanitari. Agli apicoltori, in modo diretto, questi problemi recano danni economici in termini di produzione di miele e di perdita di api, e a tutti noi segnalano quanto il nostro territorio sia a rischio in termini di perdita di biodiversità». Un Beehotel simile è stato realizzato l’anno scorso al Parco delle Scienze di Mantova, e quest’anno diversi Comuni sono stati coinvolti nella posa di nuovi alberghi. L’obiettivo? «Creare un’intera catena».

Video del giorno

Vita e opere dell'arpista Clelia Gatti nel video girato al cimitero di Mantova

La guida allo shopping del Gruppo Gedi