In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

«Addio, cara maestra» I bambini disegnano una margherita per lei

Oriana Caleffi
1 minuto di lettura

SAN BENEDETTO. Tutta la comunità ha voluto stringersi con affetto ai familiari di Maria Lina Bresciani. I funerali sono stati celebrati ieri in una basilica gremita dal parroco don Stefano Guerreschi coadiuvato da don Albino Menegozzo. Erano presenti i ragazzi della prima media, compagni di classe della figlia Matilde, tutti stretti attorno a lei, i piccoli della seconda elementare con i loro genitori, molti docenti con la dirigente dell’Ic “Matilde di Canossa” Donatella Gozzi, il sindaco Roberto Lasagna e tanti concittadini.

Nella celebrazione, raccolta e commossa, si è dato spazio al ricordo di una persona gentile e discreta, una maestra attenta e impegnata. Il parroco nell’omelia ha paragonato Maria Lina ad un fiore di cui ora è rimasto il profumo. I suoi bambini di seconda hanno disegnato una grande margherita sui cui petali durante la mattinata a scuola, con il supporto dello psicologo Alessandro Marastoni, avevano riportato i loro affettuosi pensieri. La collega Luisa e la dirigente hanno elogiatdo «la gentilezza d’animo di un’insegnante, di un’amica discreta che, con riservatezza, ma con un sorriso luminoso e rassicurante sapeva esserci in modo lieve ma efficace». Il marito Gianluca Bolognesi ha affidato a don Guerreschi il compito di leggere il suo messaggio d’amore alla moglie. «Quando ti ho tenuto per mano la prima volta – ha scritto Gianluca – ho capito che tu eri la persona della mia vita. Anche nei 132 giorni della tua malattia ti ho tenuto per mano, ti ho accarezzato per comunicarti quell’amore che sentivamo l’uno per l’altra. Ciao, Amore mio». —

Oriana Caleffi

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

I commenti dei lettori