Lotta alla contraffazione: la studentessa Suyan andrà in missione in Cina

Ha vinto un concorso a Valenza con la sua scoperta del metodo per scovare i capi contraffatti

MANTOVA. Vince a Valenza progettando, insieme ad altri 5 studenti italiani, un metodo per scovare i capi contraffatti ed ora si prepara per volare in Cina per 15 giorni. Liu Suyan frequenta la quarta all’indirizzo moda dell’istituto Mantegna ed è pronta a vivere un’esperienza importante per la sua formazione toccando con mano il tessuto economico e sociale dell’impero celeste.

La giovane studentessa ha partecipato in settembre, nella città patria dell’arte orafa, all’evento “#Futura Valenza”, una maratona digitale in cui i ragazzi provenienti da tutto lo stivale si sono sfidati in gruppi su temi legati al lusso e al design nella moda e nella gioielleria. Liu Suyan, insieme alla sua squadra, ha ideato un sistema per evitare la contraffazione inserendo nei capi di moda un codice invisibile che tramite scansione garantisca al consumatore l’autenticità del prodotto.

Un’idea che l’ha portata sul primo gradino del podio e le ha messo tra le mani un biglietto aereo per la Cina dove in autunno partirà per due settimane per visitare tre città e le loro aziende di moda: Shanghay, Hangzhou, soprannominata anche città della seta e Suzhou. Sarà anche l’occasione per conoscere alcune aziende italiane in Cina, come Luxottica, Ermenegildo Zegna, Prada ed Emporio Armani. In vista del viaggio in oriente, dal 20 al 22 febbraio è partita per Roma per un “Acceleration Lab”, format a cui hanno partecipato altri ragazzi vincitori di hackathon nazionali, ossia concorsi di idee, per sviluppare i loro progetti immaginando come potrebbero venire realizzati nei Paesi che visiteranno.

Ecco che per Liu Suyan, per preservare l’autenticità dei prodotti del lusso con la sua iniziativa, la soluzione è far nascere in Cina una start up che crei un sito web in grado di riconoscere se un capo di lusso è autentico attraverso un codice univoco non replicabile. Considerando poi che negli ultimi 17 anni la vendita dei prodotti di lusso in Cina è aumentata considerevolmente, via ad un’opera di sensibilizzazione delle aziende ma anche degli studenti sui temi della contraffazione. Barbara Rodella

Video del giorno

La mostra dei trattori antichi a Castel Goffredo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi