Contenuto riservato agli abbonati

La causa sulla farmacia regala mezzo milione: il Comune paga i mutui

Il sindaco dà l’annuncio durante il consiglio sul bilancio. Quasi terminati caserma, ciclopedonale e nuovi spogliatoi

GONZAGA. Durante la presentazione del bilancio, il sindaco Claudio Terzi ha informato i consiglieri della recente sentenza emessa dalla Corte d’Appello di Brescia sulla controversia promossa dal Comune di Gonzaga in merito all’inosservanza dell’aggiudicazione definitiva della farmacia comunale, risalente al 2011. La Corte d’Appello ha stabilito la condanna della controparte al pagamento a favore del Comune della somma di 517.500 euro oltre gli interessi legali, nonché la condanna al pagamento delle spese di lite per entrambi i gradi di giudizio.. Le cifre relative alla sentenza, non ancora passata in giudicato, sono state inserite in bilancio come estinzione mutui e contributo per opere di ristrutturazione post sisma.

Il bilancio di previsione punta al mantenimento e rafforzamento dei servizi e delle opere, senza pesare sulle tasche dei cittadini, evitando di adottare l’aumento della tassazione riconosciuta agli enti locali dall’ultima legge di bilancio.


Tra le maggiori voci di spesa per l’anno in corso figura la funzione sociale, con circa 1,2 milioni destinati a politiche sociali e famiglia. Sul fronte tributi, sono confermate le agevolazioni alla Tasi, con il riconoscimento dell’aliquota dello 0,65 per mille per i negozi e le botteghe prive di slot machines, e la gratuità per le unità immobiliari destinate alle nuove attività artigianali o industriali. In materia di opere pubbliche, i lavori di ristrutturazione della caserma del Comando di Compagnia sono in fase di ultimazione, così come sono alle battute finali la realizzazione della passerella ciclopedonale su ponte Ferri e i nuovi spogliatoi del campo da calcio di Gonzaga.

Nel bilancio di previsione sono state inoltre inserite opere pubbliche di messa in sicurezza e manutenzione immobili e percorsi viabilistici per 70mila euro, oltre a opere di manutenzione delle strade comunali e degli immobili comunali per un importo di 130mila euro finanziate con oneri di urbanizzazione.

Per quanto riguarda la partita della ricostruzione post -terremoto, sono stati assegnati i lavori di riqualificazione della seconda fase della torre civica che si svolgeranno nei mesi estivi, mentre i lavori relativi agli alloggi popolari di Bondeno, in via IV Novembre, sono terminati nella prima fase e necessitano dell’approvazione della struttura commissariale per la seconda fase.

I progetti di adeguamento sismico dei locali della scuola di musica e dell’ex Convento di Santa Maria saranno destinatari, nei prossimi mesi, dell’ordinanza di ammissione al contributo della struttura commissariale. Il bilancio di previsione annovera anche le somme per la progettazione esecutiva delle opere di adeguamento sismico di Corte Matilde a Bondeno, della Torre d’angolo di Piazza Castello e del magazzino comunale, oltre che di via Bondeno degli Arduini nell’ambito dell’ordinanza dei centri storici. Anche per l’edificio di palazzo Gazzolda è stato affidato l’incarico per la progettazione esecutiva. 

Video del giorno

Metropolis/13, Folli: "Se fossi Salvini ci penserei due volte a candidare Casellati"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi