Mantova, nuova luce anche sui viali: dal Comune 370mila euro

L’intervento consiste nella sostituzione di 206 punti luce con lampadine a led. L'operazione riguarda viale Risorgimento, viale Repubblica, via Po, via Tione, via Secchia, via Adige, viale Isonzo, piazzale Vittorio Veneto, viale Montegrappa, viale Montello e via Sant’Alessio

MANTOVA. Dopo le vie e le piazze del centro tocca ora ai viali godere di nuova luce. Da qualche settimana è, infatti, partito un intervento importante di riqualificazione dell’ impianto d’illuminazione pubblica sulla rete dei “boulevard”. L’obiettivo del Comune è quello non solo di migliorare l’efficienza energetica per ridurre consumi e impatto ambientale, ma anche di garantire più sicurezza ai cittadini attraverso un servizio di illuminazione innovativo.

L’intervento prevede un investimento di 370mila euro e consiste nella sostituzione di 206 punti luce con lampadine a led con una temperatura di colore 4000K (luce neutra) che saranno telecontrollati; 90 pali di sostegno (viali Montegrappa e Isonzo, Montello, piazzale Vittorio Veneto, via Sant'Alessio); 206 bracci d'arredo urbano; la verniciatura di 188 pali di sostegno esistenti (viali Risorgimento e Repubblica, Po, Tione, Secchia, Adige).


L’attività di riqualificazione in corso riguarda: viale Risorgimento, viale Repubblica, via Po, via Tione, via Secchia, via Adige, viale Isonzo, piazzale Vittorio Veneto, viale Montegrappa, viale Montello e via Sant’Alessio.

Per il sindaco Mattia Palazzi «migliorare l’illuminazione pubblica è un impegno che ci siamo presi e che stiamo portando avanti a ritmo serrato. Più luce vuol dire una città più sicura e più bella. Inoltre, i nuovi punti luce portano risparmio energetico e riduzione dell’inquinamento».

«Andiamo avanti con la riqualificazione dei punti luce in città - fa eco l’assessore ai lavori pubblici Nicola Martinelli - con il duplice obiettivo di messa a norma ed efficientamento energetico degli impianti di illuminazione pubblica. Dopo i viali si proseguirà con gli interventi di riqualificazione della illuminazione pubblica della ciclopedonale che collega Porta Mulina a Cittadella lato Canottieri».

Con la sostituzione di oltre 206 corpi illuminanti con nuove luci a led, si otterrà una diminuzione di potenza assorbita da 40 a 15 kilowatt all’anno, un risparmio energetico di 104mila kilowattore pari al 62%, 19,4 tonnellate di petrolio equivalenti risparmiate e 55 tonnellate di CO2 che non finiscono nell’aria, equivalenti a 180 nuovi alberi piantati. —

 

Video del giorno

Sgarbi e Al Bano cacciati a fischi dal palco dell'Arena di Verona: era la sera dell'omaggio a Franco Battiato

La guida allo shopping del Gruppo Gedi