In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Morosità incolpevole: il Comune di Mantova in aiuto di 58 inquilini

La speciale commissione ha valutato le domande. Spedite le lettere che annunciano la riduzione del debito grazie al fondo della Regione

Sandro Mortari
1 minuto di lettura

MANTOVA. Chi abita in un alloggio di proprietà del Comune di Mantova e negli ultimi mesi non è riuscito a pagare l’affitto perché ha perso il lavoro, oppure si è ammalato, potrà presto tirare un sospiro di sollievo.

È in arrivo la lettera con cui l’amministrazione di via Roma comunica a 58 suoi inquilini che parte del loro debito, oppure la totalità, è stata cancellata grazie al fondo per le morosità incolpevoli che la Regione ha girato al Comune. 

Le lettere sono partite il 25 marzo e arriveranno a destinazione tra qualche giorno. Complessivamente, il Comune mette a disposizione una prima tranche di 60.685 euro per ridurre o tagliare il debito accumulato da quelle 58 famiglie nei suoi confronti non pagando l’affitto per gli alloggi popolari sap (servizi abitativi pubblici) che abitano. Al massimo si arriva a 2.500 euro per ogni singolo contributo (le cifre variano, infatti, a seconda dell’entità del debito accumulato).

A selezionare le varie domande pervenute è stata un’apposita commissione formata dai Servizi sociali e dall’Ufficio casa del Comune. Attenzione: i beneficiari non riceveranno i soldi in contanti, ma solo la comunicazione che il loro debito per l’affitto è stato cancellato o decurtato: sarà, infatti, il Comune a trattenere i soldi avuti dalla Regione e ad eliminare o ridurre la morosità.

Tra aprile e maggio verrà riaperto il bando con uno stanziamento di altri 40mila euro. Sempre per gli inquilini pubblici. Per quelli, invece, che hanno affittato casa sul libero mercato e sono in difficoltà a pagare il canone (ma non hanno alcuna procedura di sfratto in corso), interverrà un altro bando regionale scaduto il 1° marzo scorso. In questo caso il contributo, attraverso il Comune, verrà erogato direttamente sul conto corrente del proprietario di casa.

Soddisfatto il sindaco Mattia Palazzi: «Questo è un aiuto alle famiglie mantovane per superare le difficoltà». E l’assessore ai lavori pubblici Nicola Martinelli: «Come promesso, l’amministrazione comunale aiuta gli inquilini che hanno accumulato un debito nel pagamento dell’affitto senza colpa o responsabilità, e sono entrati in una fase di difficoltà spesso per la perdita del lavoro o per gravi infermità. Un aiuto doveroso per queste famiglie - sottolinea l’assessore - così come è doveroso pretendere e riscuotere i debiti pregressi da chi poteva pagare l’affitto ma ha scelto di non farlo». 

I commenti dei lettori