Contenuto riservato agli abbonati

Carenza medici negli ospedali, il Poma li cerca in Sud America

In attesa del bando per assumerne cinque al pronto soccorso l’Asst gioca d’anticipo. «Perché non si trovano italiani? Guadagna di più un meccanico dei nostri gettonisti»

MANTOVA. Anche il Carlo Poma, come accade nella maggior parte degli ospedali italiani, da tempo soffre di una grave carenza di medici specialisti. L’allarme rosso negli ultimi mesi è suonato soprattutto al pronto soccorso, reparto dove mancano sette camici bianchi su 24.

L’annunciato bando per reclutare cinque nuovi medici è in fase di redazione, ma i vertici dell’ospedale, che temono ancora una volta una scarsa se non nulla partecipazione, hanno deciso di giocare d’anticipo.


E la caccia agli specialisti da inserire nell’organico del reparto parte dal Sud America.

Video del giorno

Il mantovano Affini dopo la prima parte del Giro d'Italia: «E manca la parte più tosta»

La guida allo shopping del Gruppo Gedi