Yaya, Keita e gli altri: «Niente elemosina. Chiediamo strumenti»

Con il decreto Sicurezza a rischio 200 posti per i profughi. L’appello dello Sportello diritti: «Inclusione dal basso»