Mantova, dall’arte a Lunetta ai progetti per il Po: sei idee da finanziare

Lanciate le campagne di crowdfunding ispirate dai ragazzi. È possibile contribuire sulla piattaforma web Co-Mantova

MANTOVA. Progetti pensati da ragazzi, e rivolti ad altri ragazzi, che per vedere la luce necessitano di finanziamenti. Per sostenere queste idee, prendono il via sei campagne di crowfunding. Chiunque può offrire un contributo economico attraverso la piattaforma mantova.derev.com. Sei le iniziative che possono essere concretamente aiutate.

Si parte con la “Notte Bianca dell’Arte-Lunetta 2019”, un incontro tra artisti italiani e internazionali, istituzioni e pubblico, per far conoscere il quartiere e le sue iniziative a chi non conosceva il fenomeno culturale che sta coinvolgendo Lunetta in questi anni.


C’è, poi, “Bosco Post Industriale Mantova”, ideato da R84 Multifactory, un progetto di valorizzazione e forestazione di un’area sulla sponda del lago Inferiore, che permette ai cittadini di Mantova di riappropriarsi di una fetta di verde urbano e di viverlo per attività ricreative e sportive, come per esempio un tracciato di ciclocross.

Altri quattro progetti sono stati elaborati dai ragazzi dell’istituto Manzoni di Suzzara. Il primo è “Rivalutiamolo un Po”, proposta di valorizzazione dei Comuni dell’Unione Bassa Reggiana con lo scopo di incrementare il turismo, partendo dalla sensibilizzazione dei cittadini. Gli altri sono “Rifioriamo: Facciamo rifiorire il Manico del Paiolo insieme”, proposto con l’associazione Libra Onlus con l’obiettivo di recuperare un’area golenale del Po attraverso una biciclettata; “Gonzagart”, pensato dai ragazzi affiancati dalla Cooperativa sociale Tante Tinte, evento in cui giovani artisti avranno la possibilità di esprimere la propria arte e creatività partendo dal tema comune dell’incontro tra culture; e “TeenHouse”, proposto dagli alunni in team con la Cooperativa sociale Minerva, finalizzato all’allestimento e all’animazione di un luogo, a Suzzara, in cui i giovani possano incontrarsi per studiare, socializzare e conoscere altri ragazzi.

«È una grande opportunità per valorizzare la creatività dei giovani nella promozione dei nostri territori. Co-Mantova Crowdfunding – spiega il consigliere provinciale con delega all’Istruzione, Francesca Zaltieri – è la piattaforma web nata per supportare e finanziare progetti di valore culturale, civico e sociale per il territorio. L’iniziativa si inserisce all’interno del progetto Co-Mantova e punta al crowdfunding, in quanto strumento per attivare dal basso un processo collaborativo in cui un gruppo di persone utilizza il proprio denaro per sostenere un’idea, rendendola un progetto concreto e realizzabile. Co-Mantova offre la possibilità di ottenere un cofinanziamento extra, raddoppiando i fondi raccolti con il crowfunding. Ogni euro raccolto può essere raddoppiato sino a un massimo di 4.000 euro per progetto».

Venerdì si chiuderà la quarta call Co-Mantova e a maggio aprirà la quinta. Persone, enti o associazioni con un progetto nel cassetto possono proporlo sul sito di Co-Mantova Crowdfunding o chiedere maggiori informazioni alla mail info@comantova.it. La piattaforma mantovana per la raccolta fondi, attiva da fine 2017 grazie al sostegno di Fondazione Cariverona, nasce da un’idea di Provincia, Formazione Mantova, Camera di Commercio e PromoImpresa Borsa Merci.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

In volo sull'antichissima Fiera delle Grazie

La guida allo shopping del Gruppo Gedi