L’estorsione via mail: «Ti abbiamo filmato», ma non è vero