In arrivo 600mila euro destinati al territorio tramite il nuovo Gal

I soci si sono riuniti per approvare il bilancio e per il rinnovo delle cariche sociali

OGLIO PO. Prima assemblea del Gal Oglio Po dopo la fusione del vecchio Gal Oglio Po Terre d’acqua e il nuovo. I soci si sono riuniti per approvare il bilancio e per il rinnovo delle cariche sociali.  «Un bilancio – spiega la direttrice Giusy Botti - in positivo, che formalizza la piena integrazione tra l’attività di agenzia di sviluppo e la gestione del Piano di Sviluppo Locale. La partecipazione alla riunione da parte dei soci pubblici e privati è stata alta e l’incontro ha rappresentato l’occasione per ripercorrere il lavoro svolto dal partenariato del territorio dell’Oglio Po».

Il presidente della Provincia di Cremona Davide Viola ha sottolineato l’impegno e la propositività che il territorio ha saputo esprimere e ha guidato l’assemblea nel rinnovo del consiglio di amministrazione della società. Questi i membri del nuovo cda del Gal Oglio Po, rappresentativo per la maggioranza della compagine privata: Domenico Maschi, Stefano Alquati, Dario Domaneschi, Andrea Tolomini, Davide Pazzini, Fabio Battista Mussi, Davide Rocca, Giulio Eros Adami, Giuseppe Goi. Confermati Domenico Maschi nel ruolo di presidente e Stefano Alquati in qualità di vice presidente.


In ordine al Piano di Sviluppo Locale 2014-2020, il primo obiettivo richiesto da Regione Lombardia, cioè la pubblicazione di almeno il 70% dei bandi entro giugno 2019 è stato raggiunto e sono in fase di assegnazione oltre 600.000 euro di contributo al territorio per interventi di sviluppo turistico, potenziamento dei servizi essenziali alla popolazione, recupero del patrimonio storico-architettonico e per nuovi impianti a energia alternativa.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Operazione bomba sul Po: l'evacuazione questa mattina a Motteggiana e Borgoforte

La guida allo shopping del Gruppo Gedi