Mantova al setaccio: revocati 2 porto d’armi e sequestrati 2 fucili

I controlli effettuati sono stati mirati principalmente alla prevenzione dei furti, spaccio di stupefacenti e contrasto alle situazioni di degrado e microcriminalità

MANTOVA. Revocati due porto d’armi e sequestrati due fucili sa caccia. Identificati 79 pregiudicati e elevate 15 multe per infrazioni stradali. Sono alcuni dei risultati delle operazioni di controllo straordinario del territorio disposte dal questore Paolo Sartori negli ultimi giorni che si sono concentrate nelle “aree a rischio” in città e neLLA Grande Mantova, con pattugliamenti mirati in piazza Cavallotti, piazza Don Leoni, Lungorio e giardini Viola, oltre che a Lunetta, Cittadella, Colle Aperto e Ponte Rosso, e negli esercizi pubblici e centri di aggregazione di stranieri e stazioni ferroviarie.

I controlli effettuati – che hanno visto l’impiego di oltre 30 uomini appartenenti alla Polizia di Stato (Questura, Reparto Prevenzione Crimine, Polizia Stradale e Polizia Ferroviaria), alla Guardia di Finanza ed alla Polizia Locale – sono stati mirati principalmente alla prevenzione dei furti, spaccio di stupefacenti e contrasto alle situazioni di degrado e microcriminalità.

Il questore, al termine dei servizi, ha emesso 6 avvisi orali nei confronti di altrettanti pregiudicati condannati con sentenze passate in giudicato per reati contro il patrimonio e contro la persona e 24 revoche di permessi di soggiorno nei confronti di altrettanti cittadini extracomunitari che non hanno più titolo per soggiornare legittimamente nel nostro Paese, per lo più per avere riportato condanne per gravi reati.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi