Test parametri vitali: un monitor portatile donato alla pediatria

n monitor multiparametrico portatile e trasportabile su ruote per i piccoli pazienti ricoverati in pediatria. E’ l’apparecchio, costato 2.600 euro, donato da Ammi (associazione mogli medici italiani) all’ospedale di Mantova

MANTOVA. Un monitor multiparametrico portatile e trasportabile su ruote per i piccoli pazienti ricoverati in pediatria. E’ l’apparecchio, costato 2.600 euro, donato da Ammi (associazione mogli medici italiani) all’ospedale di Mantova.

«Il monitor controlla i parametri vitali dei bambini – spiega il primario Silvia Fasoli –. E’ uno strumento per noi molto utile perché è portatile e può quindi essere spostato con facilità da un reparto all’altro. Ci consente di avere un controllo continuo dei parametri vitali dei bambini critici i cui dati rimangono in memoria per 120 ore. Serve specialmente ai più piccoli che così non vengono disturbati dal rilievo frequente delle misurazioni». Il monitor, un display di 8 pollici touch screen, viene collegato a dei sensori posizionati sul piede del bimbo e sul torace per controllare la saturazione dell’ossigeno, la frequenza cardiaca e la frequenza respiratoria. I valori vengono registrati e questo permette di osservare l’andamento nell’arco di ore ed eventuali miglioramenti o peggioramenti. «In reparto abbiamo già un apparecchio simile ma più grosso, questo ha la particolarità di essere piccolo e portatile».


«Per trovare il budget abbiamo organizzato una raccolta fondi proponendo fiori e pacchi di riso in collaborazione con Bonini Garden e l’azienda Scotti» spiega Silvana Scalori, presidente Ammi. 
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi