In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Parcheggio del Lungolago: «Apcoa pagherà i lavori di Tea»

Forza Italia aveva sollevato il problema degli interventi per spostare la rete del teleriscaldamento L’assessore: zero costi per noi

Sandro Mortari
2 minuti di lettura



MANTOVA. Si apre e si chiude nel giro di poche ore un nuovo fronte polemico tra maggioranza e opposizione.

Questa volta l’oggetto del contendere sono i lavori che Tea sta eseguendo in via Pomponazzo sulla rete del teleriscaldamento. «Si tratta - aveva annunciato l’assessore ai lavori pubblici Nicola Martinelli - di lavori in previsione dell’ampliamento del parcheggio del Lungolago Gonzaga e riguarderanno la posa e la riqualificazione dei sottoservizi di gas e teleriscaldamento». In particolare, verranno posati circa 700 metri di nuove tubazioni che alimentano complessivamente circa 300 utenze. Verrà inoltre messo a punto il primo tassello funzionale al cantiere del parcheggio. I lavori si concluderanno il 18 agosto.

«Chi paga questi lavori?» chiede Giuliano Longfils di Forza Italia esaminando la convenzione tra Apcoa e Comune sottoscritta a fine novembre dello scorso anno, atto che ha posto fine al lungo contenzioso (si trascinava dal 1996) sul programma urbano dei parcheggi. «Nella nuova convezione - prosegue Longfils - c’è scritto chiaramente che tutti i lavori di spostamento dei sottoservizi devono essere a carico del concessionario, e cioè di Apcoa. Vorremmo sapere, dunque, se quei lavori in corso sulla rete del teleriscaldamento saranno pagati o no dalla società privata che realizzerà il parcheggio del Lungolago Gonzaga. Non vorremmo che, invece, i costi fossero a carico della cittadinanza tramite il Comune o la sua multiutility».

A rassicurare il consigliere comunale di opposizione interviene l’assessore Martinelli che sgombera il campo da qualsiasi equivoco: «Sarà Apcoa a pagare Tea visto che quei lavori sono propedeutici a quelli per il nuovo parcheggio del Lungolago. Quanto incasserà la nostra multiutility? Non saprei proprio, gli accordi sono intercorsi solo tra Tea e Apcoa e, visto che il Comune nulla sborserà, non me ne sono interessato. Sono contento, invece, che i privati abbiano affidato i lavori a Tea».

Con la convenzione il Comune ha ceduto per 63 anni in concessione ad Apcoa il parcheggio del Lungolago Gonzaga, le consentirà di costruire il nuovo da 245 posti auto (145 interrati e 100 a raso si legge nel progetto preliminare allegato). I privati valutano l’investimento 3 milioni 123mila 500 euro mentre il Comune si è impegnato a non realizzare o autorizzare, nel raggio di 200 metri, nuovi parcheggi pubblici a rotazione (mentre potranno essere realizzati o autorizzati nuovi parcheggi esclusivamente per residenti).

La convenzione fissa anche le tariffe (al 1° gennaio 2018, che saranno indicizzate ogni anno): quella diurna base (dalle 7 alle 24) sarà di 1,56 euro all’ora più Iva, mentre quella notturna (dalle 24 alle 7) sarà di 0,82 euro all’ora più Iva. Gli abbonamenti mensili costeranno 114,75 euro più Iva (sconti dal 10 al 20% per chi risiede nel raggio di 300 metri dal parcheggio). Previsti sconti dal 10 al 20% per i residenti sia in città che in provincia e dal 20 al 30% per i commercianti.
 

I commenti dei lettori