Nuova casa per il Wwf Mantova che può subito esultare: «Ora il Paiolo è salvo»

A Formigosa debutta la sede nell’ex ufficio postale. La delegata lombarda: scaduta la Via per la lottizzazione

MANTOVA. «La ricchissima biodiversità del Paiolo, l’antico quarto lago di Mantova, è finalmente al sicuro». L’annuncio di Wwf, Italia Nostra e Gruppo Naturalistico Mantovano arriva il 14 giugno in occasione della cerimonia di inaugurazione della sede operativa del Wwf mantovano, che ha trovato spazio nelle stanze dell’ex ufficio postale di Formigosa.

«I termini della Via sono scaduti e dunque anche il piano attuativo non ha più efficacia alcuna, ammesso che l’avesse ancora, spiega Paola Brambilla, delegata Wwf Italia per la Lombardia - In più il sito del Paiolo, grazie agli studi e ai monitoraggi naturalistici e faunistici portati avanti nel corso degli anni da scienziati ed esperti e dalle associazioni, si è rivelato ancora più ricco di quanto si pensasse. Si trovano specie come la rana di Lataste e la testuggine palustre. La zona è stata segnalata come area di importanza erpetologica nazionale. Deve ripartire dal Paiolo un grande progetto di connessione ecologica con la Vallazza, a cui potrebbero lavorare insieme associazioni ed enti».

La nuova sede di Formigosa è in concessione al Wwf di Mantova, che si è aggiudicato il bando lanciato dal Comune. Gli spazi sono stati ristrutturati e attrezzati. Una nuova casa, dunque, dopo che il Wwf Mantova aveva lasciato nel 2017 la sede di Bosco Virgiliano a causa di alcune divergenze con Anticittà, l’associazione con la quale condivideva quegli spazi.

La nuova sede, oltre ad ospitare le attività del Wwf, sarà anche a disposizione delle associazioni locali. Verrà intensificata l’attività di monitoraggio della fauna del suolo del bosco di Formigosa e quella di pipistrelli e aviofauna. Nella sede troveranno spazio una sala multimediale per le iniziative divulgative e i laboratori nei quali sarà realizzata l’attività di monitoraggio. Presenti per l’amministrazione comunale il vice sindaco Giovanni Buvoli, che ha sottolineato la volontà di recuperare l’intero stabile dell’ex ufficio postale, e l’assessore all'Ambiente Andrea Murari, che ha ricordato l’appuntamento del 29 giugno con l’inaugurazione della seconda parte del bosco di Formigosa.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi