In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Ai Cinque continenti un polo sportivo con il Calvisano rugby

A breve la firma dell’accordo tra il Comune di Castiglione delle Stiviere e la squadra: al via la scuola agonistica d’intesa con i servizi sociali

Luca Cremonesi
1 minuto di lettura

CASTIGLIONE DELLE STIVIERE. Il rugby Calvisano, blasonata squadra nel mondo della palla ovale, sbarca nel comune morenico e lo fa nel quartiere Cinque continenti. A breve, verrà siglato l’accordo fra il Comune e la squadra bresciana per l’utilizzo del campo del quartiere per creare un polo sportivo gestito dal Calvisano Rugby. Una scuola rugby e un centro sportivo d’eccellenza a disposizione dei nove comuni del Distretto di Guidizzolo e dell’area dell’Alto Mantovano. A fronte della proposta ricevuta, il Comune ha deciso di togliere il campo di via Mazzini dall’appalto per la gestione degli altri impianti sportivi.  Il campo in questione rimarrà, così, in capo ai servizi sociali che, nell’immediato futuro, sigleranno l’accordo con la società sportiva. Il progetto, del quale al momento non si conoscono tutti i dettagli, prevederebbe anche il coinvolgimento dei Comuni del distretto di Guidizzolo al fine di poter contare su un bacino d’utenza ampio per avviare l’attività.

I servizi sociali, nel mentre, di concerto con l’assessorato ai Lavori pubblici, provvederà a sistemare e ad adeguare l’impianto alla luce delle richieste fatte dalla società per avviare le proprie attività. Un’operazione, dunque, di apertura verso la cittadinanza, sulla scia di ciò che ha auspicato anche di recente il sindaco Enrico Volpi, per quanto riguarda il quartiere che, nei mesi passati, è stato protagonista di numerose azioni di polizia.

Se da un lato, infatti, si agisce per ripristinare le condizioni di sicurezza, richieste in primis dagli stessi cittadini, dall’altro l’amministrazione procede anche sulla strada di progetti di inclusione e di coinvolgimento del quartiere nella vita quotidiana del paese. Il progetto di coprogettazione, attivo da due anni, procede il suo operato, mentre si cerca di restituire gli spazi del quartiere ai cittadini con la pulizia delle aree verdi, il taglio delle piante e la pulizia dagli infestanti e dai rifiuti. I grandi lampioni, per esempio, oltre al ripristino delle luci nelle aree periferiche del quartiere, hanno permesso alla persone di riappropriarsi degli spazi comuni, senza dimenticare l’aumento del pattugliamento da parte di polizia locale e carabinieri.

I commenti dei lettori