In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Malore in piscina per un bambino: gli amichetti danno l'allarme

Ha 8 anni e stava partecipando a un’attività del Grest. Soccorso dai bagnini, è stato ricoverato in ospedale

1 minuto di lettura

PEGOGNAGA. Un bambino di otto anni ha rischiato di annegare a causa di un malore che l’ha colpito mentre era in acqua. . Ad accorgersi che qualcosa non andava sono stati gli amici con cui stava giocando che hanno allertato i bagnini del centro natatorio.

Il bimbo stava partecipando a un Grest di Quistello. Una volta fatto uscire dall'acqua, i bagnini si sono prodigati per metterlo in una posizione di sicurezza e hanno chiamato il 118.

Sulle cause del malore si possono solo avanzare alcune ipotesi, come una leggera congestione, dato che il piccolo prima di arrivare al Grest - dove non sono state somministrate bevande particolari o alimenti, salvo un po' d'acqua a temperatura ambiente - potrebbe aver fatto colazione a casa.

Tra le altre cause: un colpo di caldo o il brusco impatto con l’acqua della piscina rispetto alla temperatura del suo corpo.

Sul posto è arrivata un’ambulanza del Soccorso Azzurro i cui sanitari si sono subito presi a cuore lo stato di salute del bimbo che, nel frattempo, era stato coccolato e rincuorato dai bagnini e dagli amici che gli erano intorno.

«Non ha mai perso conoscenza - ha detto il direttore della piscina comunale di Pegognaga - tutto è bene ciò che finisce bene. I nostri bagnini sono formati e addestrati per intervenire in casi di emergenza. Per dovere di cronaca debbo dire che sono stati i suoi amici a dare l’allarme e ad attirare l'attenzione dei bagnini che erano a bordo vasca. Stavano giocando tra di loro, si tuffavano e si divertivano. Ad ogni buon conto abbiamo chiamato il 118 per sicurezza, anche se il bimbo, col passare dei minuti si era già ripreso».

Poco dopo in piscina si è presentata la mamma, che parla poco l’italiano, a cui il direttore dell’impianto ha subito spiegato quanto avvenuto. Il bambino è stato trasportato, a soli fini precauzionali, al reparto di pediatria dell’ospedale Carlo Poma di Mantova in codice giallo, che indica una media gravità. Ma le sue condizioni generali non destano preoccupazione. —

M.P.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI .

I commenti dei lettori