Il sindaco di Mantova ai partiti: «Giù le mani da Tea»

Il Pd si chiama fuori: «Nessun vincolo sulle nomine del cda, non spettano a noi». La Lega invece insiste, Cappellari contro il doppio ruolo di Barozzi e sui bilanci parla di "utili in calo per le controllate"