Mantova, tentata rapina e botte: condannato a 30 mesi

L'episodio quattro anni fa in piazza don Leoni. Ma ora l'uomo è irreperibile

MANTOVA. Tentata rapina e resistenza a pubblico ufficiale: per questi reati è stato condannato in tribunale, dal giudice Enzo Rosina, Abdellah El Alami, un 40enne di origine marocchina. Una condanna che difficilmente sconterà, visto che l’uomo risulta irreperibile e con ogni probabilità non si trova più a Mantova.

I fatti risalgono all’agosto di quattro anni fa, quando una pattuglia della Squadra volanti della questura intervenne in piazza don Leoni per la segnalazione di una tentata rapina.


Un uomo, poi identificato in El Alami, aveva cercato di rapinare del telefonino un altro balordo che si aggirava nei dintorni della stazione. Tra i due era scattata una colluttazione. Alla vista dei poliziotti El Alami prima ha cercato di scappare, poi, intuito che non ce l’avrebbe fatta, ha cercato di reagire e se l’è presa anche con gli agenti. Questi non hanno incontrato troppe difficoltà a fermarlo e quindi ad arrestarlo. Ma nell’attesa del processo, l’uomo se l’è data a gambe.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Vita e opere dell'arpista Clelia Gatti nel video girato al cimitero di Mantova

La guida allo shopping del Gruppo Gedi