Contenuto riservato agli abbonati

Viadana, bilancio record per Saviola che ora investe 150 milioni

Presentati i dati del 2018 del gruppo di Viadana: margine operativo a 100 milioni e il fatturato estero ha toccato il 42% del totale 

VIADANA. «Il 2018 è stato un anno di record con risultati molto interessanti in termini di redditività e solidità»: così per il gruppo Saviola presenta i dati dell’ultimo bilancio appena approvato. Con un fatturato complessivo di 606 milioni di euro, invariato rispetto al 2017, il margine operativo lordo (Ebitda) è stato di oltre 100 milioni di euro (in crescita del 21% rispetto al 2017 e del 25% rispetto al 2016). L’utile netto dell’esercizio è pari a 31 milioni di euro, con un incremento del 47% rispetto al 2017. Il patrimonio netto sale a 348 milioni di Euro (+11% rispetto al 2017), mentre la posizione finanziaria netta è di 109 milioni di euro al 31 dicembre 2018 (56 milioni di euro in meno).

«Si tratta di numeri importanti – ha sottolineato in una nota aziendale il presidente del gruppo Alessandro Saviola – la lettura del bilancio rappresenta di fatto la storia di una crescita progressiva che sta portando a risultati che vanno ben oltre le previsioni. La sostenibilità ambientale, gli aspetti legati all’economia circolare e alla green economy sono un volano per l’economia e la nostra realtà lo dimostra perfettamente. Valori che sono nel nostro dna, grazie all'eccellenza di prodotti che, attraverso l'impegno nella ricerca, sono sempre più innovativi. I numeri del bilancio permettono di guardare con serenità e fiducia al futuro anche in virtù di un massiccio piano di investimenti per la cui realizzazione abbiamo, nel rispetto della tradizione, rinunciato alla distribuzione degli utili».


Nei prossimi cinque anni Saviola impiegherà circa 150 milioni di euro «puntando sullo sviluppo soprattutto nel legno e nel mobile – annuncia il presidente – un ringraziamento particolare va alle donne e agli uomini che fanno parte di questa grande squadra che sta lavorando per raggiungere obiettivi importanti».

Per quanto riguarda le risorse investite nel 2018: circa 19 milioni di euro hanno riguardato l’acquisto di nuovi impianti volti a realizzare prodotti innovativi e ottenere maggiore efficienza di processo. La quota di fatturato all’estero incide per il 42% sul fatturato complessivo e i ricavi del gruppo nel mercato italiano sono saliti del 4.5% rispetto al 2017. Da segnalare infine il consolidamento nei primi tre mesi del 2019 dei risultati raggiunti nell’anno precedente. La previsione dell’azienda per l’anno in corso è quindi di confermare i risultati del 2018, nonostante le difficoltà dei mercati a livello internazionale.

Video del giorno

Trieste, la polizia aziona gli idranti per disperdere i manifestanti no Green Pass

La guida allo shopping del Gruppo Gedi