Contenuto riservato agli abbonati

Il ricordo di D’Alema. «Renato Sandri grande dirigente e figura istituzionale»

L’ex premier ed ex segretario di Pds e Ds piange Sandri. Borroni: ho perso un amico e un compagno tra i più cari

MANTOVA. «Un grande partigiano e un uomo delle istituzioni». Così Massimo D'Alema, amico di lunga data, ricorda Renato Sandri. «È stato un dirigente comunista impegnato per il rinnovamento del comunismo italiano – aggiunge l’ex segretario nazionale di Pds e Ds ed ex premier – lo ricordo come protagonista nelle relazioni internazionali e nella solidarietà internazionale. In particolare, è stato l’uomo di collegamento del Pci, sin da quando era segretario Togliatti, con l’America latina.

Nel

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Elezione del presidente della Repubblica, seconda votazione a Montecitorio: la diretta

La guida allo shopping del Gruppo Gedi