Contenuto riservato agli abbonati

Dimezzati i contributi post-fusione: i nuovi Comuni sul piede di guerra

Il decreto prevede tagli fino al 58 percento. I sindaci: dobbiamo rinunciare a quanto promesso

MANTOVA. Un balzo sulla sedia e subito il pensiero a cosa tagliare per fare quadrare i bilanci. E’ la reazione dei sindaci dei cinque Comuni nati da fusione alla notizia del taglio, senza preavviso, degli incentivi statali. Decurtazioni fino al 58%, con una perdita, per il Mantovano, di circa un milione e 800mila euro.. C’è chi aveva pensato di ridurre le tariffe di alcuni servizi e lo aliquote delle imposte locali, chi aveva in mente investimenti in opere pubbliche.

Tutto

Video del giorno

Dalla Germania a Mantova pedalando sulle velomobili

La guida allo shopping del Gruppo Gedi