Lo storione dopo la cicogna diventa simbolo delle Bertone

Convenzione triennale con la società Naviglio che alleva il pesce e produce caviale. Gli obiettivi: valorizzazione del turismo e della fauna ittica

MANTOVA. Dopo la cicogna, lo storione: il Parco delle Bertone adotta un nuovo animale-simbolo grazie alla convenzione siglata con la società agricola Naviglio, che è separata dal giardino romantico solo dall’omonimo corso d’acqua. E proprio l’acqua del Naviglio è utilizzata dalla società creata nel 1973 dalla famiglia Bettinazzi per allevare dapprima trote, poi anche storioni e, da due anni a questa parte, per ottenere anche quello che dello storione è il prodotto più pregiato: il caviale, già apprezzatissimo ai tempi dei Gonzaga. «I nostri clienti - spiega Giacomo Valenti della Naviglio - arrivano da quattro continenti, e quando visitano la nostra struttura di Goito (ce ne sono altre tre tra Bresciano e Veronese ndr) sono incuriositi dal volo delle cicogne e chiedono di visitare il Parco delle Bertone. Da qui è partita l’idea di contattare l’ente Parco».

«Un accordo è ben fatto se porta convenienza a tutti i firmatari - sottolinea da parte sua il presidente del Parco del Mincio, Maurizio Pellizzer -: così, se la Naviglio metterà in campo idee per valorizzare le sue produzioni ittiche, noi punteremo a incrementare la presenza di visitatori, valorizzando a nostra volta le specie autoctone, come lo storione, un tempo molto presente ed ora quasi scomparso, e limitando quelle aliene».


All’atto pratico, alla società Naviglio sono state “consegnate le chiavi” del Parco: contribuirà a far conoscere le Bertone a visitatori soprattutto stranieri, collaborerà a mantenere in ordine alcuni spazi, potrà organizzare momenti di incontro dedicati alla valorizzazione delle produzioni ittiche d’acqua dolce e, in prospettiva, potrà aiutare a valorizzare anche il laghetto ottocentesco, da utilizzare a scopo didattico ai fini della conoscenza della fauna ittica. Tra gli impegni futuri (la convenzione è triennale) c’è anche l’incremento della popolazione di pesci tramite l’immissione di specie autoctone (ci sarà, chiaramente, anche lo storione), assieme alla messa a disposizione di installazioni di installazioni o postazioni per la riproduzione fotografica e visualizzazione delle cicogne.
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

L'industriale dona due milioni al Comune e posa la prima pietra dell'asilo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi