In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Caccia, varato il calendario: stagione al via il 15 settembre

Ecco i periodi e i limiti per l'attività venatoria nel Mantovano. L’addestramento e l'allenamento dei cani sarà consentita già dal 17 agosto e fino al 12 settembre

Davide Casarotto
2 minuti di lettura

MANTOVA. Con l’emanazione del decreto regionale n. 2032 del 31 luglio sono stati resi noti i calendari venatori integrativi relativi alla stagione di caccia 2019/20, che aprirà il 15 settembre. Nello specifico, consultando l’allegato 7/B, si possono scorrere i periodi e i limiti di carniere relativi alla provincia di Mantova, inserita nel territorio di competenza Utr Valpadana.. Ecco le specifiche per ogni specie. Sarà possibile cacciare la minilepre (Sylvilagus floridanus) dal 15 settembre al 30 dicembre 2019, con un carniere massimo giornaliero di due capi. Stesse direttive per quanto riguarda il coniglio selvatico (Oryctolagus cuniculus). Dal 15 settembre all’8 dicembre, sempre con limite di due capi giornaliero, è il periodo in cui sarà possibile prelevare la pernice rossa (Alectoris rufa) e la starna (Perdix perdix). Per quest’ultima viene segnalata la possibilità di una chiusura anticipata su richiesta formale e motivata tramite monitoraggio degli Ambiti territoriali di caccia. Stessa postilla che riguarda anche la lepre comune (Lepus europaeus), cacciabile dal 15 settembre all’8 dicembre con un solo capo massimo giornaliero, e il fagiano (Phasianus calchicus), che sarà possibile cacciare dal 15 settembre al 30 gennaio 2020 con due capi giornalieri prelevabili. Infine la volpe (Vulpes vulpes): il periodo va dal 15 settembre al 30 gennaio 2020, i capi massimi giornalieri sono 2. Dal 9 dicembre la caccia vagante alla volpe sarà consentita a pieno campo anche con cani da seguita ma solo tramite squadre (da 3 a 6 cacciatori) preventivamente autorizzate con decreto dell’Utr e su richiesta dell’Atc competente, da formalizzarsi entro il 15 novembre.

L’attività di addestramento e allenamento dei cani sarà consentita già dal 17 agosto e fino al 12 settembre compreso, per 5 giorni alla settimana esclusi il martedì e il venerdì. Al di fuori di questo periodo è consentito esclusivamente l’allenamento e l’addestramento dei cani di età non superiore ai 15 mesi.

Altre disposizioni da segnalare: dal 15 settembre al primo ottobre compreso, per salvaguardare le coltivazioni agricole e la fauna stanziale, la caccia vagante sarà consentita solo nelle giornate di mercoledì, sabato e domenica con chiusura alle ore 12. Dopo tale orario sarà consentita solo la caccia vagante alla fauna migratoria, senza cani e con la forma dell’appostamento temporaneo. Dal 9 dicembre sarà vietata la caccia con cane da seguita per consentire catture e immissioni della lepre comune. Dal primo gennaio 2020 la caccia vagante, anche con i cani, sarà consentita esclusivamente nelle paludi ed entro 50 metri dalle rive di stagni, laghi, fiumi e canali.

Infine le direttive per quanto riguarda la caccia nella Zona di protezione speciale (Zps) di Viadana, Portiolo, San Benedetto Po ed Ostiglia. La caccia da appostamento fisso alla sola avifauna migratoria, dal 15 settembre al 30 dicembre, sarà consentita per non più di tre giorni settimanali a scelta. Nel mese di gennaio 2020 la caccia vagante e da appostamento fisso sarà consentita nei due giorni settimanali prefissati di mercoledì e domenica. —

Davide Casarotto

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.

I commenti dei lettori