Contenuto riservato agli abbonati

«Non ci fu diffamazione»: anche la Corte d’Appello assolve l’ex minoranza di Volta di Mantovana

Un volantino criticava l’operato della giunta Adami. L’avvocato del Comune si era sentito denigrato ed aveva chiesto 885mila euro

VOLTA MANTOVANA. Gli ex consiglieri avevano agito correttamente esercitando il loro dovere di legittima critica sull’attività dell’amministrazione e di informazione ai cittadini. A ribadirlo la sentenza della Corte d’Appello che conferma quanto già stabilito dal Tribunale civile di Mantova nel 2016: non ci fu diffamazione nei confronti dell’avvocato del Comune, Paolo Colombo, che aveva lamentato un intento denigratorio nei suoi confronti..

Video del giorno

Omnia Mantova - Perché il Rio sa di freschìn?

La guida allo shopping del Gruppo Gedi