«Abbandonati? Con Due Pini dialogo costante e tante opere»