Fondazione Mazzali: nominato il Cda

Palazzi ha scelto Marco Germiniasi, ex consigliere comunale forzista ai tempi di Sodano. Gli altri due consiglieri di amministrazione in rappresentanza della maggioranza di centrosinistra in via Roma sono Mara Gazzoni, ex assessore ai servizi sociali del Comune, e Massimo Busani, chirurgo, «eccellenza del sistema sanitario mantovano», già consigliere della Fondazione Mazzali

MANTOVA. Con quasi due mesi di ritardo sono arrivate le tre nomine del Comune per il consiglio di amministrazione della Fondazione monsignor Mazzali, l’ente che gestisce l’istituto geriatrico di via Trento. Il sindaco Mattia Palazzi ha firmato i decreti. La sorpresa arriva dalla scelta del rappresentante delle minoranze, a cui per statuto spetta un posto nel Cda. Nove consiglieri su undici avevano indicato l’ex assessore della giunta Sodano Vanna Segala; ebbene, Palazzi ha scelto, invece, Marco Germiniasi, ex consigliere comunale forzista ai tempi di Sodano, proposto dai due consiglieri di Forza Italia, Baschieri e Gorgati, e da Anceschi della Lega. «La scelta – si legge in un comunicato di via Roma – è stata fatta in virtù delle competenze professionali nell’ambito dell’azienda ospedaliera Carlo Poma».

Gli altri due consiglieri di amministrazione in rappresentanza della maggioranza di centrosinistra in via Roma sono Mara Gazzoni, ex assessore ai servizi sociali del Comune, e Massimo Busani, chirurgo, «eccellenza del sistema sanitario mantovano», già consigliere della Fondazione Mazzali.


Gli altri due consiglieri di amministrazione sono nominati dall’università di Verona, che ha confermato l’uscente Nicola Smania, e dal Comune di Marmirolo. Quest’ultimo ha scelto Mario Anghinoni, che fa parte delle Fondazioni Cariplo e Comunità mantovana. Ora che il Cda è al completo la prima riunione sarà dedicata all’elezione del presidente che sostituirà Talarico eletto nel luglio 2014. La scelta dovrebbe cadere sulla Gazzoni. «Le figure individuate – ha dichiarato il sindaco Palazzi - a vario titolo, hanno esperienza e conoscenza del sistema e dei servizi socio-assistenziali e sanitari, così come i due consiglieri indicati dall’università di Verona e dal Comune di Marmirolo completano un cda che sono certo lavorerà in sintonia e al servizio delle importanti competenze espresse dalla direzione e dagli operatori della Fondazione Mazzali. Auguro al nuovo cda buon lavoro e ringrazio il presidente e il consiglio uscente per il positivo lavoro svolto in questi anni».

«L'esperienza e la capacità di Mario Anghinoni – ha sottolineato il sindaco di Marmirolo Paolo Galeotti - potrà essere utile alla Fondazione Mazzali e, in particolare, allo sviluppo dell'attività della Cordioli nella comunità di Marmirolo. Mi associo al sindaco Palazzi nell’augurare buon lavoro al nuovo consiglio di amministrazione».


 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi