In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Al Te di Mantova parcheggia il futuro: navette, camper e ricariche

Dal 1º gennaio 2020 al 30 settembre 2045 a gestire il parcheggio sarà Aster. Nell’area 600 posti gratuiti, stalli per auto elettriche e bus per il centro ogni giorno

Sandro Mortari
2 minuti di lettura

MANTOVA. Tra settembre e ottobre, non appena la Sovrintendenza darà l’ok al progetto presentatole dal Comune, partiranno i lavori per il nuovo parcheggio scambiatore dei piazzali Montelungo e Ragazzi del 99, vicino a Palazzo Te. Dopodiché, sarà una corsa contro il tempo per arrivare a Natale almeno con il nuovo servizio di bus navetta che collegherà il Te con il centro storico per tutta la settimana.

L’obiettivo, messo nero su bianco in una determina dirigenziale, è quello di dare ad Aster, la società in house del Comune, la gestione del parcheggio scambiatore, che salirà dagli attuali 400 a 600 posti auto gratuiti, e della navetta dal 1° gennaio 2020 al 30 settembre 2045. Aster diventerà, così, la concessionaria di entrambe le navette, sia di quella del Campo canoa, come è già oggi, sia di quella del Te (attualmente affidata ad Apam). A breve la società di Borgochiesanuova emetterà un bando per trasferire la gestione di entrambe le navette, dall’inizio del prossimo anno, a un operatore del settore.

Prima, però, bisogna costruire il nuovo parcheggio. La Ardea Real Estate di Brescia, nell’ambito dell’operazione Esselunga, ha quasi completato la sua parte: ha demolito il vecchio palazzetto dello sport, ha rimosso le macerie, ha già richiuso il buco delle fondamenta, spianato e asfaltato l’area che cederà gratuitamente al Comune. Resta qualche rifinitura da fare, protetta dalla rete che ancora delimita l’area una volta occupata dall’impianto sportivo. Al Comune poi, toccherà attrezzare tutta la zona a parcheggio. Con tanto di stalli disegnati sul nuovo asfalto, alberi, illuminazione, telecamere e nuovo arredo urbano per rendere quell’area di sosta sempre più sicura e appetibile per gli automobilisti.

«Porteremo la navetta del Te a funzionare sette giorni su sette, dalle 7 alle 21, come già avviene per quella del Campo canoa - assicura l’assessore alla polizia locale Iacopo Rebecchi - Ad Aster, che gestirà la nuova area di sosta, abbiamo chiesto un servizio unico tra le due navette. Per questo presto farà un bando per trovare il gestore che assicurerà il collegamento dei due parcheggi con il centro.

L’indicazione è di prevedere un pullman più capiente rispetto a quello da nove posti in servizio attualmente al Campo canoa, oggi insufficiente. Considerando che presto quel parcheggio sarà ampliato con altri 151 posti, occorre un mezzo più capiente. La nuova gestione partirà dal 1° gennaio, ma la navetta per tutti i giorni della settimana contiamo di metterla in strada da Natale, magari con un’integrazione sulle spettanze di Aster». Per la cronaca, il nuovo servizio di bus navetta dal Te a via Calvi sette giorni su sette (oggi solo il giovedì mattina, il sabato e la domenica) costerà al Comune 90mila euro all’anno.

«In prospettiva - annuncia l’assessore - vorremmo regolamentare, in piazzale Montelungo, anche la sosta dei camper, realizzando un’area a loro riservata. Non sarà attrezzata come quella di Sparafucile, ma sarà a pagamento anche se la tariffa sarà più bassa. Questo ci consentirà di istituzionalizzare un servizio già adesso disponibile. Però, facendo pagare, consentiremo la sosta solo ai turisti e non a quelli che si fermano a bivaccare. Inoltre, alcuni stalli di sosta saranno riservati al servizio di ricarica delle auto elettriche».
 

I commenti dei lettori