Eventi estivi e guadagni: «Con i costi sostenuti il risultato è in pareggio»

Shining Production interviene a mettere le cifre in colonna e i puntini sulle i: il tema è quello dei concerti estivi, affrontato dalla Gazzetta

MANTOVA. Shining Production interviene a mettere le cifre in colonna e i puntini sulle i: il tema è quello dei concerti estivi, affrontato dalla Gazzetta. «Nell’articolo si fa rifermento a un affare milionario con un incasso del valore di circa 1,5 milione. Questo dato complessivo, insieme al corrispettivo pagato dal Comune di 396mila euro, sono informazioni corrette – confermano gli organizzatori – tuttavia, sono stati omessi i dati relativi alle spese sostenute». Altra annotazione: «tutti gli importi indicati sono da considerarsi comprensivi di Iva e di diritti di prevendita di competenza di società terze».



Gli eventi di Palazzo Te e piazza Sordello, cinque in tutto (restano fuori Calcutta e Radio Bruno Estate), «hanno sì generato un introito importante, ma quasi al pari sono stati i costi che abbiamo dovuto sostenere per poter offrire ai cittadini e ai visitatori provenienti da tutta Italia e anche dall’estero degli appuntamenti di altissima qualità». E a proposito degli spettacoli di Fiorello e Morricone, precisa Shining Production che «hanno avuto esigenze tecniche e sceniche completamente differenti». Nel dettaglio, «hanno unicamente condiviso tribune, sedie e struttura di base del palco, tutto il resto è stato modificato per poter mettere in scena i due eventi».

Quanto alle cifre, ecco i conti degli organizzatori. A fronte di un fatturato di 1.474.000 euro, l’incasso dalla vendita dei biglietti è stato di 978mila euro, mentre 396mila euro sono arrivati dal Comune, come corrispettivo servizi, 26mila dall’incasso somministrazione e 66mila da sponsor privati/scambi. Sull’altro piatto della bilancia i costi sostenuti, pari a 1.598.000 euro (Iva compresa). Così suddivisi: cachet artisti 894mila euro; costi di allestimento, strutture, promozione e ospitalità 568mila euro; 94mila gli euro versati alla Siae; 41mila euro le commissioni per le prevendite 41mila euro. Calcolatrice alla mano, Shining Production sembrerebbe essere andata sotto di 123mila euro, ma «è in realtà la differenza di aliquota Iva tra acquisti e vendite, quindi il risultato è di un sostanziale pareggio, o meglio di poche migliaia di euro che hanno remunerato tutti i collaboratori e le persone coinvolte nella produzione di questi eventi». Senza contare il «fatturato indotto a favore delle strutture ricettive mantovane».

Morale, «più che un affare milionario, la rassegna Mantova Live Estate, è da definirsi come un’operazione che ha permesso, attraverso l’unione di pubblico e privato, di portare a Mantova dei grandi artisti e attrarre migliaia di persone».


 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Ibrahimovic a casa di Berlusconi: "Sono qui per insegnargli come si gioca a calcio"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi