Bonisoli replica ad Assmann: «Nessuno licenziato per email»

Sotto la lente il benservito alla direttrice della Galleria dell’Accademia. E Zolezzi difende la riforma: «Così la macchina del ministero è più efficiente»