Le associazioni del commercio mantovane replicano ai ribelli di via Calvi: accuse inaccettabili, ora basta divisioni

Confcommercio: assurdo disconoscere il nostro lavoro. Confesercenti: servono proposte, non si può solo dire no