In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

L’assessore si dimette per incompatibilità con la professione

Lomellini lascia l’incarico assegnatogli dal sindaco Ongari. È responsabile tecnico al Comune di San Giorgio Bigarello

Mauro Pinotti
1 minuto di lettura

SUZZARA. Il geometra Riccardo Lomellini ha rassegnato le proprie dimissioni, volontarie, dalla carica di assessore del Comune (aveva le deleghe a Urbanistica, Viabilità e Ambiente). Una decisione irrevocabile che arriva a soli tre mesi dalla nomina fortemente voluta dal sindaco Ivan Ongari con l’intento di inserire nella giunta persone con esperienza di lungo corso nella pubblica amministrazione.. Le motivazioni che hanno portato Lomellini a lasciare l’incarico sono legate alla incompatibilità che si è venuta a creare con il suo status di responsabile dell’area tecnica con posizione organizzativa del Comune di San Giorgio Bigarello. Un decreto legislativo del 2013 stabilisce che «gli incarichi dirigenziali, interni e esterni, nelle pubbliche amministrazioni, negli enti pubblici e negli enti di diritto privato in controllo pubblico di livello provinciale o comunale sono incompatibili con la carica di componente della giunta o del consiglio di una provincia o di un comune con popolazione superiore ai 15mila abitanti».

Ad una prima lettura, la norma sembrava riguardare i soli dirigenti ma, da un approfondimento normativo, basato anche su alcune deliberazioni di Anac, si deduce che per incarichi dirigenziali interni si devono intendere «gli incarichi di funzione dirigenziale, che comportano l’esercizio in via esclusiva delle competenze di amministrazione e gestione, nonché gli incarichi di funzione dirigenziale nell’ambito degli uffici di diretta collaborazione, conferiti a dirigenti o ad altri dipendenti, ivi comprese le categorie di personale appartenenti ai ruoli dell’amministrazione che conferisce l’incarico o di altra pubblica amministrazione».

A fronte di questa analisi delle incompatibilità, Lomellini ha rinunciato all’incarico di assessore, decidendo di mantenere quello di posizione organizzativa a San Giorgio Bigarello. Nella nota depositata agli atti, si rammarica di essere costretto a scegliere fra la sua professione e la nomina ad assessore, pur ritenendo di optare per la professione, anche nel rispetto del sindaco Beniamino Morselli che gli ha sempre riconfermato la fiducia.

«Purtroppo devo solo rispettare la legge, ma mi dispiace perché mi sentivo la persona giusta al posto giusto – ha ribadito Lomellini – non si poteva fare altro». E il sindaco Ongari ha aggiunto: «Ulteriori approfondimenti normativi hanno evidenziato l’incompatibilità della posizione organizzativa con la carica di assessore, quindi, per senso di responsabilità nei confronti delle due amministrazioni coinvolte, l’assessore Lomellini ha deciso di rassegnare le dimissioni dalla carica appena assunta. E di questo sono molto dispiaciuto in quanto, anche in soli due mesi di lavoro insieme, ho potuto apprezzare l’umanità, la professionalità e le competenze di Riccardo». Le deleghe affidate a Lomellini per il momento saranno così suddivise: Urbanistica al vicesindaco Tazio Tirelli, Viabilità al sindaco Ivan Ongari e Ambiente all’assessore Arianna Mari. —

Mauro Pinotti

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI .

I commenti dei lettori