Riapre il bar Zanzibar chiuso da alcuni mesi. E ora si pensa all’Arena

Per diversi anni è stato uno dei luoghi di ritrovo estivi più frequentati in zona

VIADANA. Il Comune, a seguito di procedura di gara, ha assegnato la gestione per sei anni del bar Zanzibar alla ditta viadanese Pettenati Nico Denis. In sede di gara, Pettenati ha offerto un canone annuale di concessione pari a 2600 euro, in aumento di 600 rispetto alla cifra posta dal Comune come base. Alla gara aveva partecipato una sola altra impresa, esclusa tuttavia dalla procedura in quanto non aveva presentato tutta la documentazione richiesta. Lo Zanzibar è un locale all’aperto di via Al Ponte (chiosco e area esterna, per complessivi 2500 metri quadri, adiacente all’Arena Spettacoli).

Per diversi anni è stato uno dei luoghi di ritrovo estivi più frequentati in zona, ma in questi ultimi mesi i cancelli sono rimasti chiusi. Affidandone la gestione a privati, il Comune punta a conservare e valorizzare il proprio patrimonio, in attesa del recupero anche dell’Arena (per la quale occorrerà tuttavia una progettualità più complessa). I gestori potranno svolgere nella struttura solo l’attività di bar. Ma l’ente locale non esclude la possibilità di avviarvi anche un ristorante, a condizione che venga presentato e approvato un progetto, correlato di relativi costi.

Video del giorno

Israele, sorpresa in mare: sub ritrova la spada di un crociato. Gli esperti: "L'arma ha 900 anni"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi