Esercizi di informatica per tutti, il blog della prof è un successo

Un’insegnante del Fermi cura il sito dedicato a studenti e colleghi. «A settembre circa mille visite al giorno, non me lo aspettavo» 

MANTOVA. Il futuro è già qui e l’italia deve recuperare il gap informatico accumulato negli anni rispetto a molte altre nazioni. Ovviamente tutto passa dalla scuola, a partire dalle elementari.

La competenza base che serve per arrivare preparati in maniera adeguata all’università e al mondo del lavoro è il coding, termine inglese al quale corrisponde in italiano la parola programmazione.


Da pochi mesi è online un blog, www.codingcreativo.it, creato dalla professoressa del “Fermi” Cristina Galfo, che sta registrando un boom quotidiano di accessi.

«Proporre il coding fin dalla scuola primaria oggi è fondamentale – racconta la prof - Penso che attraverso gli esempi e i giochi è possibile imparare a programmare. Molte volte si perde tempo a spiegare un concetto, se invece da subito si propone un esempio concreto si impara la teoria in meno tempo. E diciamolo pure, un approccio di questo tipo è anche più stimolante».

Sul blog si trovano molti articoli che riguardano Scratch, Html, Css, Php, C, C++, Java, Xml: di fatto gli studenti, dalla prima elementare fino alle scuole superiori possono attingere ad un archivio in costante aggiornamento con il quale imparare la nozioni e subito dopo metterle in pratica operando con i codici di scrittura informatica.

Ci sono gli esercizi più facili che prevedono pochi passaggi utili per far sì che un gattino animato si muova a destra o a sinistra sullo schermo, ma anche contenuti ben più complessi con decine di comandi e algoritmi.

Posto che la Galfo precisa nella descrizione del sito che «ovviamente il blog non si vuole sostituire a nessun buon libro di testo», la realtà è che ragazzi da tutta Italia si servono dei contenuti di www.codingcreativo.it per le esercitazioni più disparate.

«Sinceramente non credevo che il mio progetto potesse avere tanto successo – ammette la prof del Fermi – all’inizio è stato il passaparola a farlo conoscere, poi ha aiutato una buona indicizzazione su Google e infatti a settembre circa mille visitatori al giorno sono stati condotti al blog dal motore di ricerca. Anche alcuni colleghi attingono ai contenuti che carico sul web e questo non può che farmi piacere».

A testimoniare la qualità del lavoro della Galfo ci sono anche le interazioni provenienti dall’estero: il coding made in Mantova è infatti consultato anche da francesi, spagnoli, russi, inglesi e indiani.

«Da quest’anno – conclude la prof – dovrei insegnare al Fermi: sono felice perché si tratta di un’eccellenza a livello provinciale e forma studenti con ottime basi di informatica». La donna giusta al posto giusto.
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi